Creatività e sviluppo


Riporto qui un mio commento a un articolo sul blog di Simone Lodi (vedi il link sottostante):
Cambiano i commentatori di riferimento, ma la sostanza resta quella di 20 o 40 anni fa: un territorio arretrato che si rifiuta di crescere e costringe le sue menti migliori a cercare fortuna altrove. Una volta si parlava di think tank, quei “serbatoi asettici di pensiero” che sicuramente oggi sono superati, ma allora si imponevano come prima fase per innestare la seconda. Bondeno si può vantare di essere sempre al passo: non cedendo alle lusinghe della modernità non adotta mai idee destinate ad essere superate; per non sbagliare, non ne adotta nessuna!
Riferimenti: Articolo