Mostra personale di Carla Rigato

a cura di Valentina Barotto

Galleria Bonzagni- Cento (FE)
Galleria Bonzagni- Cento (FE)

La mostra in programma avrà il titolo di “Cromaticos” The Space Wonder

la meraviglia dello spazio.

L’inaugurazione e il Vernissage sarà sabato 6 novembre 2010 ore 18.00 e avrà luogo nella prestigiosa Galleria d’Arte Moderna Aroldo Bonzagni di Cento (Ferrara); all’interno del cinquecentesco Palazzo del Governatore che conserva opere del pittore centese Aroldo Bonzagni (1887-1918) e altri pittori che con lui hanno condiviso la nascita del futurismo.

La Galleria d’Arte Moderna “Aroldo Bonzagni” ha ottenuto il riconoscimento di “Museo di Qualità”.

Biografia

Carla Rigato è nata a Padova, svolge la sua attività artistica a Montegrotto Terme (PD). Sin da giovanissima si è interessata alla pittura e da autodidatta ha maturato i suoi studi frequentando lo studio di Dolores Grigolon, pittrice sensibile e raffinata, e quello del Prof. Riccardo Demel, uomo di cultura e artista poliedrico.

Nel 2004 ad oggi frequenta la Summer Academy of Fine Arts di Salisburgo, fondata negli anni ’50 da Kokoschka. Qui ha lavorato con il Maestro venezuelano Jacobo Borges, artista di livello internazionale. Nel 2007 a Salisburgo ha avuto come maestri Michael Morgner e gli Zhou Brothers. Le sue opere sono state pubblicate in cataloghi e volumi d’arte specializzata.

Mostre collettive

2008

1978-2008 Trentennale Associazione Cult. Artistica Città di Padova, Museo Nazionale Villa Pisani di Strà, Venezia

2009

Palazzo Zuckermann, “Sette artiste, una gatta, una storia” Padova.

Artisti italiani contemporanei a Vilnius. Istituto Italiano di Cultura, Vilnius.

26’ Edizione, Palazzo Bonacossa – Museo d’Arte e Scienza, “L’Arte Contemporanea nelle Antiche Dimore” Milano.

2010

Istituto Italiano di Cultura, “Artisti Italiani” Sydney.

Istituto Italiano di Cultura, Koeln “Artisti Italiani Contemporanei a Colonia”.

Arti figurative per Telethon 2010, Gran Teatro , Padova.

Mostre Personali

2008

Carla Rigato“Tra luci e colori” Museo Internazionale del Vetro d’Arte e delle Terme, Montegrotto Padova .

2009

Carla Rigato “Le stanze dell’Immaginazione”, Soffitte di Villa Thiene, Quinto Vicentino.

2009

Carla Rigato “L’universo e l’emozione” Galleria La Rinascente, Padova.

Introduzione critica della mostra

Visitando l’atelier di Carla Rigato ho potuto vedere come la sua maturità artistica stia in uno stile caratterizzato da una notevole produzione pittorica, e da una grande ricerca fatta di sperimentazione e di studio.

La scelta del suo linguaggio artistico si compone di pochi elementi, come il suono che evoca l’insieme di strumenti musicali durante le prove di un’esecuzione, ne scaturisce una forte intensità e una sensazione della realtà amplificata. Alcuni temi da lei trattati sonola donna e la figura umana, resa corposa ma fragile che sembra sciogliersi seguendo con lo sguardo le gocciolature di colore; il tema delle “bocche”, dove si mette in evidenza il passaggio e la creazione delle nostre parole che vanno per il mondo e che a volte sono comprese e a volte fraintese.. e i colori dello “spazio”, inteso come l’ambiente ideale per liberare la propria interpretazione dell’energia della vita, eliminando ogni idea di figura e di tempo attraverso infiniti processi di rielaborazione per arrivare ad opere finite; ma per arrivare a questo equilibrio l’artista deve confrontarsi con le proprie caratteristiche principali che sono il vigore espresso con i getti di colore puro sulla tela, e la velocità di esecuzione che conferisce all’opera una grande forza espressiva e una spontaneità libera da regole.

Vorrei citare una frase di Pablo Picasso, un’affermazione perfetta del fatto che per un’artista di genio la forma è spontanea, necessaria e personale ed è una naturale conseguenza di un dato momento, del pensiero e delle emozioni che si vogliono comunicare : “Non cerco, trovo” ed è proprio questo che l’artista ha tentato di spiegarmi, che esiste un progetto iniziale che viene però elaborato nella sua mente e partorito istintivamente, come una liberazione, non a caso l’artista chiama le sue opere “le mie creature”.

Verrà ideato per tale occasione un catalogo con il Patrocinio del Comune di Cento dell’Assessorato alla Cultura di Cento; in previsione della mostra dell’artista Carla Rigato che avrà luogo all’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles a fine gennaio 2011”.(Valentina Barotto)