Fiera di Ospitale

Il valore del volontariato bondenese prosegue alla Fiera della Madonna della Pioppa a Ospitale. Poco fa sono andato a trovare i Ciuciùn dl’Usdàl che proprio in questi minuti stanno ultimando la preparazione della prima serata.

Da oggi fino a domenica, infatti, per i fedeli del santuario, per chi ha voglia di gustare una buona gastronomia o di ascoltare bella musica, per chi vuole sostenere le nostre realtà locali e per i semplici curiosi, la Fiera di Ospitale offre tanti imperdibili appuntamenti.

Grazie a tutte le persone che rendono unica Bondeno e le sue frazioni!

#simonesalettisindaco#cittadibondeno

Centenario ferrovia

Quest’anno ricorre il 135° della Ferrovia Suzzara-Ferrara … ogni tanto ne parleremo: nell’immagine del 1950 il treno degli studenti appena partito dalla stazione di Bondeno … la locomotiva è la “24” e faceva parte della serie “Poeti”, era intitolata a “Petrarca”. Sullo sfondo l’imponente struttura del “silos granario” quando il Consorzio Agrario era ancora in piena efficienza.

Marco Dondi

Centenaria fiera di Ottobre

Da giovedì 6 a martedì 11 si rinnova l’appuntamento con la Centenaria Fiera di Ottobre, l’evento autunnale più atteso dalla comunità di Bondeno. Musica, gastronomia tipica, mostre, eventi, sbaracco e il ritorno della Sagra del Tartufo.

Il luna park si estenderà per tutti e sei i giorni di fiera, e nel fine settimana 7-8-9 si susseguiranno nove eventi, sarà allestita l’area gastronomica curata da Pro Loco Bondeno, Pro Loco Santa Bianca e Panarea 2, prenderà il via lo sbaracco, e andrà in scena la Sagra del Tartufo.

«Ringrazio tutte le associazioni del territorio che hanno prestato la loro disponibilità per rendere possibile questa Fiera – sono le parole entusiastiche del sindaco, Simone Saletti –. Senza il loro fondamentale contributo, avremmo avuto fatica nell’organizzazione, specialmente in questo periodo storico flagellato dalla crisi energetica. È un po’ la Fiera di Ottobre della definitiva ripartenza post-pandemia, in cui si riaccendono metaforicamente i fornelli e si riprendono quasi tutte le nostre amate consuetudini».

Tanto spazio quindi agli eventi: venerdì 7 alle 21.30 in Viale della Repubblica i “Basta Poco”, una tribute band a Vasco Rossi. Sabato 8, sempre in Viale della Repubblica, alle 19.00 la Reno Small Orchestra, con cover di brani rivisitati, e alle 22.00 i 60 Lire, con i grandi successi degli anni ’60 e ’70. A chiudere la tre giorni, domenica 9, altri tre appuntamenti a partire dalla mattina: dalle 8.00 il diciassettesimo raduno di auto d’epoca “Panarea”, a cura del Club Vecchie Ruote. Infine, di nuovo in Viale della Repubblica, alle 18.00 gli Sha-Buzz, e alle 21.00 gli Psyco Muse Tribute Band.

Soddisfatto della programmazione si è detto l’assessore alla Promozione del territorio, Michele Sartini: «Ringrazio tutte le associazioni, e ricordo anche il gradito ritorno degli amici di Dillingen, il cui ricavato andrà devoluto in beneficenza per il ripristino del Cpa, e dello Sbaracco dei negozi di vicinato». A completare il tutto, le mostre artistiche alla Biblioteca “Meletti” con il Bestiario di Gianni Cestari, e alla Casa Operaia con la ventiquattresima Mostra Micologica e con la personale di pittura William Tode e Gianni Cestari, «per una Fiera che, come sempre, non dimentica l’aspetto culturale – sono le parole dell’assessore competente, Francesca Aria Poltronieri –. Non dimentichiamo nemmeno i bambini: per gli studenti delle materne, sarà organizzata la consueta mattina sulle giostre, e di questo ringrazio la disponibilità degli esercenti dello spettacolo viaggiante».

La Centenaria Fiera di Ottobre coincide anche con il ritorno della Sagra del Tartufo, in programma anch’essa nel fine settimana 7-8-9 presso il Centro 2000, organizzata dall’associazione dei tartufai Al Ramiol: «Questo è l’anno del ritorno – sottolinea il presidente, Pierluigi Zapparoli –: lavoreremo su un solo turno, e la domenica anche a pranzo, offrendo soltanto tartufo vero per 130 coperti, e martedì 11 riapriremo la sala per la cena dedicata a don Marcello, con il ricavato donato in beneficenza». Nadia Zadonscaia e Prisca Succi, della Pro Loco di Bondeno, hanno poi ricordato «l’allestimento della “fiera della birra artigianale” con i birrifici del territorio, il tutto accompagnato da musica e gastronomia».

Gastronomia che non mancherà certamente presso lo stand della Pro Loco di Santa Bianca, con le frittelle di mele, di riso «e un’ulteriore sorpresa – annuncia Loris Cattabriga», e presso lo stand di Panarea 2, con pane, pincia e pizza, come ha descritto Marilena Magana. Roberto Giacomini e Massimo Sgarbi di Ascom Confcommercio hanno poi evidenziato «l’importanza durante l’attuale crisi di incentivare i flussi verso i negozi di vicinato, un aspetto per cui ringraziamo l’impegno dell’Amministrazione». Infine, alla Fiera troveranno spazio la bellezza e il rombo delle auto d’epoca, con il raduno organizzato dal Club Vecchie Ruote di Silvano Cornacchini, «uno dei più grandi del Nord Italia».

CONSULTA QUI IL PROGRAMMA DELLA FIERA DI OTTOBRE

Spacecon 4 a Modena

Dalle 14,30 alle 19,30 l’accesso sarà libero in tutti i locali; stessa cosa nelle pause pranzo dei giorni successivi mentre, durante la Cena di Gala del sabato, l’intera area della SpaceCon resterà chiusa.
– Ore 19,30: cena presso il ristorante dell’Hotel, assieme agli Ospiti già presenti.

Sabato

– Ore 09,00: cerimonia d’apertura, con aggiornamento Programma SpaceCon 4, presentazione Interventi, Espositori e Beneficenza, ricordo dell’amico Paolo Fani, scomparso in marzo, proposte per la SpaceCon 5 ed introduzione della nuova ditta “Moonbase 4000”.
– Ore 09,30: “Il ritorno della YavinCon!” incontro assembleare con Filippo “Jedifil” Rossi, Presidente di Yavin 4, e il Consiglio Direttivo. Il nuovo corso del club, l’entrata della YavinCon nella SpaceCon e tutte le iniziative.
– Ore 10,00: “La fine di Star Wars”. L’Ennealogia degli Skywalker è conclusa, da Guerre Stellari del 1977 all’Episodio IX del 2019… Ma è davvero così? Incontro a cura di Yavin 4 e YavinCon 1.
– Ore 11,00: “Trek IT!” La vera storia degli appassionati di Star Trek in Italia, con Roberto Baldassari, Marcello Rossi e Giovanni Mongini. Alla presenza degli autori e del conduttore, il documentario che racconta la nascita e l’evoluzione dei ‘trekker’ italiani.
– Ore 12,30: “C’è un mostro fra noi e il suo nome è Vanni!!!” Con Giovanni Mongini e Luca Oleastri di Edizioni Scudo.
– Ore 13,00: pausa pranzo. La sala resta aperta per chi vuole rimanere al proprio banco e per chi desidera fare acquisti.
– Ore 14,30: anticipazione prossima WestCon, a cura del gruppo Black Dogs; conduce Mario Guatteri.
– Ore 15,00: collegamento in diretta con l’attrice Ottavia Piccolo, voce italiana di Carrie Fisher nel ruolo di Leia Organa in Star Wars.
– Ore 15,45: “Megarette: un mecha-design inedito”. Relatori: Andrea Pirondini e Fabio Govoni.
– Ore 16,30: incontro con Gianni Giuliano, voce 2 di Prentis Hancock come Paul Morrow in Spazio 1999: seguirà la sessione foto ed autografi.
– Ore 18,30: intervista a Carlo Valli, voce 1 di Paul Morrow (registrata).
– Ore 19,00: collegamento in diretta da Los Angeles con l’attrice Barbara Bain, ovvero Helena Russell in Spazio 1999.
– Ore 20,00: cena di Gala con gli Ospiti presenti presso il ristorante dell’Hotel.
– Ore 21,30: interviste con Massimo Foschi e Rodolfo Traversa, rispettivamente voci italiane di Darth Vader e C3PO (registrate).
– Ore 22,30: premiazioni della YavinCon e, a seguire, Star Pursuit, il campionato italiano di Guerre Stellari. Concluderà la serata lo “YavinCon Video Show”, proiezione di spezzoni dei precedenti eventi, trailer e video a sorpresa di Star Wars, del fantastico e della fantascienza in generale. A cura di Yavin 4 e YavinCon 1.
– Ore 24,00: chiusura sala.

Domenica

– Ore 09,00: apertura sala.
– Ore 09,15: “Back to the ’70s: il meglio (e il peggio) della fantascienza televisiva degli anni ’70”, di Marcello Rossi e Nicola Vianello. Un viaggio a ritroso nel tempo per esplorare il fantastico televisivo di una delle decadi più prolifiche della storia della TV.
– Ore 10,30: “Il senso di Dune”. Dal romanzo originale di Frank Herbert al primo film di Denis Villeneuve: scelte, tagli, aggiunte, modifiche. A cura di Yavin 4 e YavinCon 1.
– Ore 12.00: “Per qualche saga in più”. Da Star Wars ai vari supereroi, dal Dune 2021 (e oltre) di Denis Villeneuve all’Avatar di James Cameron, passando per il nuovo Signore degli Anelli: che cosa ci aspetta? A cura di Yavin 4 e YavinCon 1.
– Ore 13,00: pausa pranzo. La sala resta aperta per chi vuole rimanere al proprio banco e per chi vuole fare acquisti.
– Ore 14,30: incontro con Steve Walker, responsabile della Sixteen 12 Collectibles.
– Ore 15,15: incontro con Martin Bower, modellista di molti film e serie TV come Spazio 1999.
– Ore 16,00: estrazione 3 premi Moon Lottery, con la partecipazione degli Ospiti.
– Ore 16,15: foto di gruppo, saluti a tutti gli intervenuti e chiusura Reception.
– Ore 16,30: asta di beneficenza a favore del “Gruppo Famiglie Dravet” Associazione Onlus, presentata da un volontario della ONG e condotta da Giulz e Bonfa.
– Ore 19,15: cerimonia di chiusura.
– Ore 19,30: cena di commiato presso il ristorante dell’Hotel.

Nuova Darsena

Un nuovo itinerario utile e piacevole sia per i ferraresi che per turisti ed escursionisti: Ferrara Terra ed Acqua. La partenza in bicicletta è prevista alle ore 16.00 di Sabato 21 maggio con appuntamento in Piazza della Cattedrale.

La nuovissima, accogliente, Darsena di San Paolo al termine di un lungo itinerario in bicicletta lungo canali e rive fluviali in cerca del rapporto tra Ferrara e le acque. Partendo da Piazza della Cattedrale (l’antica Valle di San Romano) condurremo i partecipanti attraverso i meandri fluviali della città medioevale alla scoperta dei Borghi di San Giorgio e San Luca per riscoprire insieme una Ferrara peculiare e troppo spesso dimenticata.

Domenica 22 Maggio, in tempi tanto difficili, riproponiamo con Ferrara Ebraica itinerario elogio della tolleranza e omaggio allo scrittore Giorgio Bassani. Parleremo della storia e della cultura dell’ebraismo ferrarese, dalle origini ai giorni nostri, attraverso le strade dell’ex-Ghetto per arrivare infine al Cimitero Ebraico di via Vigne. Appuntamento e partenza alle ore 10.15 da Piazza della Cattedrale

Palazzo, aperto alle visite

Palazzo Naselli-Crispi è considerata una delle dimore storiche più belle di Ferrara.

Meno noto rispetto altri palazzi della città estense, è dal 1922 sede del Consorzio della Grande Bonificazione, oggi Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, che nel 2021, dopo i lavori di restauro post-sisma, ha deciso per la prima volta di aprirlo ai visitatori esterni.

Un palazzo dunque tutto da scoprire, a pochi passi dal Castello Estense: un raro esempio di dimora d’ispirazione romana nel cuore di Ferrara, primo esempio di architettura civile del Cinquecento. Il Palazzo è stato progettato da Girolamo da Carpi, architetto e pittore allievo di Garofalo, che ha potuto esprimere liberamente il proprio estro e le proprie idee architettoniche, decisamente innovative per l’epoca.

Accessibilità: parzialmente accessibile a persone diversamente abili o con bisogni speciali.

Programma

Naselli-Crispi vale una visita: oltre alle bellezze dell’architettura e delle decorazioni degli interni, custodisce la preziosa mostra del Catasto Carafa, che espone mappe storiche originali del XVIII Secolo considerate veri e propri gioielli del patrimonio archivistico del territorio ferrarese.

Il Palazzo è visitabile durante le APERTURE STRAORDINARIE che sono programmate il PRIMO SABATO di ogni mese (tranne agosto). Le visite guidate sono a cura dei dipendenti del Consorzio di Bonifica e durano circa 45 minuti.

La prenotazione è obbligatoria e si effettua accedendo all’apposito link sul sito: www.bonificaferrara.it

Info: tel. 0532 218211 e-mail: info@bonificaferrara.it

Dove

Palazzo Naselli-Crispi – Via Borgo dei Leoni, 28 – Ferrara

Quando

Primo sabato di ogni mese (tranne gennaio, febbraio e agosto)

Orari

dalle 9:30 alle 12:00 e dalle 14:30 alle 17:00.
Si partecipa su prenotazione: www.bonificaferrara.it

Url dell’evento

http://www.bonificaferrara.it

Tariffe

Ingresso e visite guidate gratuite

Venerdì 10 dicembre 17:30

Pubblicato: Giovedì, 02 Dicembre 2021 08:59 Scritto da Staff del Sindaco

Open day 140 90

Una nuova sezione del Liceo scienze umane per l’istruzione superiore di Bondeno, un corso che aumenti l’offerta formativa in una direzione nuova per il territorio ma che allo stesso tempo sia solido per quanto riguarda la qualità didattica.

OPEN DAY IN PRESENZA VENERDÌ 10 DICEMBRE ORE 17.30

Questo è l’obiettivo posto congiuntamente dall’Amministrazione comunale di Bondeno e dall’Istituto Superiore ‘Carducci’. L’auspicio è quello di portare sul territorio matildeo un’offerta umanistica che vada ad affiancarsi ai già consolidati Liceo scientifico opzione scienze applicate e Ipssc commerciale-turistico, senza che i ragazzi del territorio debbano spostarsi a Ferrara.

«Il Liceo delle Scienze umane costituisce una nuova opportunità didattica per Bondeno – commentano il sindaco, Simone Saletti, e l’assessore alla Scuola, Francesca Aria Poltronieri –. La decisione di puntare su questa sezione non è casuale: tutti gli indicatori dimostrano come lo scienze umane possa costituire un’ottima scelta per l’istruzione dei ragazzi, specialmente quella orientata ai corsi di laurea umanistici, e per il loro futuro impiego lavorativo. L’istituto di Bondeno – chiosano sindaco e assessore –, già oggi si distingue per i risultati eccellenti conseguiti all’università dagli studenti usciti specialmente dal Liceo scientifico. Vorremmo confermare questa tendenza anche con la nuova sezione di scienze umane».

Non si tratterà quindi dell’insediamento a Bondeno di un nuovo indirizzo, ma piuttosto del distaccamento di una sezione di Ferrara sul plesso di Bondeno. La sostanza, comunque, non cambierà: l’intenzione è quella di portare il Liceo delle Scienze umane sul territorio matildeo, «contribuendo ad alleggerire la pressione sul capoluogo di provincia e sui mezzi di trasporto diretti a Ferrara, sicuramente troppo affollati se messi in relazione alla pandemia in corso – spiegano Saletti e Poltronieri».

La decisione di puntare sulla nuova sezione umanistica a Bondeno è stata quindi condivisa da Comune e Istituto, come ricorda la Dirigente scolastica, Lia Bazzanini: «Visto il numero di ragazzi del territorio di Bondeno che ogni anno si iscrivono al Liceo di Ferrara, abbiamo pensato di verificare con le famiglie delle future classi prime se sussiste interesse per questa opzione».

La possibilità per i genitori e gli alunni delle classi terze delle scuole medie di scoprire questa nuova opportunità è quindi fissata per venerdì 10 dicembre, alle ore 17.30 presso l’Istituto Carducci di Bondeno. La sezione potrà insediarsi soltanto se gli iscritti saranno circa una ventina. «Naturalmente – concludono Saletti e Poltronieri – l’offerta formativa già prevista, composta da Liceo scientifico e Ipssc, non cambierà. Allo stesso modo, si estenderebbero ai futuri iscritti della sezione delle scienze umane gli stessi vantaggi messi a disposizione dall’Amministrazione: bonus libri da 300 euro per ogni iscritto al primo anno, trasporto intercomunale e possibilità di viaggi studio a Dillingen».

_________________________

Istituto Carducci di Bondeno: scoprilo nel dettaglio cliccando qui

Come raggiungere la scuola: qui il link di Google Maps

Open day Liceo delle Scienze Umane: venerdì 10 dicembre ore 17.30 IN PRESENZA, presso l’Istituto Carducci di Bondeno, via Manzoni, 2 (Bondeno, Fe).

Open day Liceo Scientifico: sabato 11 dicembre dalle 15 alle 17, e domenica 12 dicembre dalle 10 alle 12.

Open day Istituto professionale per i servizi commerciali, progetto turismo: sabato 11 dicembre dalle 15 alle 17.

Orientamento Scienze Umane
V