Napoleone a Modena

Per ben due volte, Modena è stata al centro di vicende dell’epopea napoleonica: nel 1805 con la visita di Napoleone e Giuseppina, e nel 1815 quando alle sue porte si combattè la battaglia del Panaro tra le truppe murattiane e quelle austriache poste a difesa della città.

I due eventi del passato saranno rievocati sabato 1 e domenica 2 ottobre.

Per l’occasione verranno organizzate visite guidate straordinarie al Palazzo Ducale di Modena, la cui prenotazione è obbligatoria sul sito www.modenatur.it o chiamando 059220022

PROGRAMMA DI SABATO 1 OTTOBRE

  • GIARDINI DUCALI – Visita a partire dalle ore 10 del campo storico
  • PARCO FERRARI – Dalle ore 15 alle ore 16,30 ricostruzione della Battaglia del Panaro tra le truppe murattiane e le truppe austriache
  • CHIESA DELLA MADONNA DEL VOTO (VIA EMILIA) – Aperta tutta la giornata con una mostra di quadri Col. Manni – Ore 17.30 presentazione del libro “Napoleone 1821” e il culto di San Napoleone a cura di F. Sandrini Direttrice del Museo Glauco Lombardi di Parma Ore 18.15 presentazione del libro di V. Isacchini “Col ferro e col fuoco” La straordinaria vita di Paolo Assalini, chirurgo napoleonico.
  • CAFFÈ CONCERTO (PIAZZA GRANDE, 26) – Esposizione di cimeli dell’epopea napoleonica: armi, uniformi, oggetti d’epoca, figurini storici dalle ore 10 alle 18.30
  • PIAZZA ROMA – Stazionamento di riproduzioni in scala reale di un’ambulanza napoleonica e di un cannone con cassone portamunizioni

PROGRAMMA DI DOMENICA 2 OTTOBRE – Giornata dedicata all’arrivo di Napoleone e Giuseppina ed animazione del centro cittadino con manovre e parate.

  • PIAZZA ROMA – ore 10,30 arrivo dell’Imperatrice Giuseppina Beauharnais – ore 11.00 arrivo dell’Imperatore Napoleone Bonaparte – 0re 11.15 rivista delle truppe e saluti alla cittadinanza dalle Autorità civili e militari seguita dalla visita della coppia imperiale agli appartamenti ducali e animazione delle sale a cura del gruppo Vie del Tempo – Ore 12.00 parata dall’Accademia Militare in Piazza Roma – Durante la giornata: stazionamento di riproduzioni in scala reale di un’ambulanza napoleonica e di un cannone con cassone portamunizioni – Ore 17 Rivista finale delle truppe e saluti alla cittadinanza
  • CAFFÈ CONCERTO (PIAZZA GRANDE, 26) – Esposizione di cimeli dell’epopea napoleonica: armi, uniformi, oggetti d’epoca, figurini storici dalle ore 10 alle 18.30 – Ore 16: Guardie d’Onore di Modena, presentazione del figurino storico dedicato Piersergio Allevi
  • CHIESA DELLA MADONNA DEL VOTO (VIA EMILIA) – ore 15 presentazione della collana “Napoleone e l’Italia. Battaglie, assedi, eroi della più grande epopea moderna” a cura Ing. L. Simone e Prof. M. Zanca

Spacecon 4 a Modena

Dalle 14,30 alle 19,30 l’accesso sarà libero in tutti i locali; stessa cosa nelle pause pranzo dei giorni successivi mentre, durante la Cena di Gala del sabato, l’intera area della SpaceCon resterà chiusa.
– Ore 19,30: cena presso il ristorante dell’Hotel, assieme agli Ospiti già presenti.

Sabato

– Ore 09,00: cerimonia d’apertura, con aggiornamento Programma SpaceCon 4, presentazione Interventi, Espositori e Beneficenza, ricordo dell’amico Paolo Fani, scomparso in marzo, proposte per la SpaceCon 5 ed introduzione della nuova ditta “Moonbase 4000”.
– Ore 09,30: “Il ritorno della YavinCon!” incontro assembleare con Filippo “Jedifil” Rossi, Presidente di Yavin 4, e il Consiglio Direttivo. Il nuovo corso del club, l’entrata della YavinCon nella SpaceCon e tutte le iniziative.
– Ore 10,00: “La fine di Star Wars”. L’Ennealogia degli Skywalker è conclusa, da Guerre Stellari del 1977 all’Episodio IX del 2019… Ma è davvero così? Incontro a cura di Yavin 4 e YavinCon 1.
– Ore 11,00: “Trek IT!” La vera storia degli appassionati di Star Trek in Italia, con Roberto Baldassari, Marcello Rossi e Giovanni Mongini. Alla presenza degli autori e del conduttore, il documentario che racconta la nascita e l’evoluzione dei ‘trekker’ italiani.
– Ore 12,30: “C’è un mostro fra noi e il suo nome è Vanni!!!” Con Giovanni Mongini e Luca Oleastri di Edizioni Scudo.
– Ore 13,00: pausa pranzo. La sala resta aperta per chi vuole rimanere al proprio banco e per chi desidera fare acquisti.
– Ore 14,30: anticipazione prossima WestCon, a cura del gruppo Black Dogs; conduce Mario Guatteri.
– Ore 15,00: collegamento in diretta con l’attrice Ottavia Piccolo, voce italiana di Carrie Fisher nel ruolo di Leia Organa in Star Wars.
– Ore 15,45: “Megarette: un mecha-design inedito”. Relatori: Andrea Pirondini e Fabio Govoni.
– Ore 16,30: incontro con Gianni Giuliano, voce 2 di Prentis Hancock come Paul Morrow in Spazio 1999: seguirà la sessione foto ed autografi.
– Ore 18,30: intervista a Carlo Valli, voce 1 di Paul Morrow (registrata).
– Ore 19,00: collegamento in diretta da Los Angeles con l’attrice Barbara Bain, ovvero Helena Russell in Spazio 1999.
– Ore 20,00: cena di Gala con gli Ospiti presenti presso il ristorante dell’Hotel.
– Ore 21,30: interviste con Massimo Foschi e Rodolfo Traversa, rispettivamente voci italiane di Darth Vader e C3PO (registrate).
– Ore 22,30: premiazioni della YavinCon e, a seguire, Star Pursuit, il campionato italiano di Guerre Stellari. Concluderà la serata lo “YavinCon Video Show”, proiezione di spezzoni dei precedenti eventi, trailer e video a sorpresa di Star Wars, del fantastico e della fantascienza in generale. A cura di Yavin 4 e YavinCon 1.
– Ore 24,00: chiusura sala.

Domenica

– Ore 09,00: apertura sala.
– Ore 09,15: “Back to the ’70s: il meglio (e il peggio) della fantascienza televisiva degli anni ’70”, di Marcello Rossi e Nicola Vianello. Un viaggio a ritroso nel tempo per esplorare il fantastico televisivo di una delle decadi più prolifiche della storia della TV.
– Ore 10,30: “Il senso di Dune”. Dal romanzo originale di Frank Herbert al primo film di Denis Villeneuve: scelte, tagli, aggiunte, modifiche. A cura di Yavin 4 e YavinCon 1.
– Ore 12.00: “Per qualche saga in più”. Da Star Wars ai vari supereroi, dal Dune 2021 (e oltre) di Denis Villeneuve all’Avatar di James Cameron, passando per il nuovo Signore degli Anelli: che cosa ci aspetta? A cura di Yavin 4 e YavinCon 1.
– Ore 13,00: pausa pranzo. La sala resta aperta per chi vuole rimanere al proprio banco e per chi vuole fare acquisti.
– Ore 14,30: incontro con Steve Walker, responsabile della Sixteen 12 Collectibles.
– Ore 15,15: incontro con Martin Bower, modellista di molti film e serie TV come Spazio 1999.
– Ore 16,00: estrazione 3 premi Moon Lottery, con la partecipazione degli Ospiti.
– Ore 16,15: foto di gruppo, saluti a tutti gli intervenuti e chiusura Reception.
– Ore 16,30: asta di beneficenza a favore del “Gruppo Famiglie Dravet” Associazione Onlus, presentata da un volontario della ONG e condotta da Giulz e Bonfa.
– Ore 19,15: cerimonia di chiusura.
– Ore 19,30: cena di commiato presso il ristorante dell’Hotel.

Ovviamente

Giosuè

Qualcuno già saprà che a Bondeno, presso il distaccamento dell’Istituto Carducci, all’inizio dell’anno scolastico c’è stato inaspettatamente un nuovo iscritto, non ricordo se al liceo o al professionale, di sicuro non ha mai fatto assenze, soprattutto all’ora del sonnellino e dei pasti …

Marco Dondi

La legge di Jante

E’ vero, è una realtà comune a tutti, ma non solo ai piccoli paesi
anche alle città medie e alle città grandi e alle metropoli e alle intere nazioni.
Non ha nulla a che fare con la ristrettezza e la chiusura di una piccola comunità
è una forma mentale dell’essere umano in quanto tale
ed è anche una delle sue tipiche contraddizioni irrazionali.

Da un lato cerca la “protezione” di un gruppo omogeneo e compatto nel quale identificarsi,
una reazione spontanea e forse atavica, e il gruppo può essere il paese, ma anche l’intera città o il rione dentro la città, o la nascita, la lingua, il condividere ricordi che escludano qualcuno
facendo sentire sé stessi alfieri di un qualcosa di più antico e profondo e quindi implicitamente più buono e giusto.

Ma dall’altro tutti vogliono trasgredire, a tutti va stretta questa dimensione,
a tutti quelli che non riescono ad avere all’interno del gruppo una posizione dominante
e pure agli stessi leader, anzi a maggior ragione.

Perché in verità non c’è nessuna forma di protezione all’interno del gruppo,
anzi, si è bersagli. Perché in mancanza di un nemico più importante,
e di veri nemici non ce ne sono in genere, perlomeno non qui e non ora, la lotta tra “buoni e cattivi”
divampa all’interno del gruppo stesso, che alimenta invidie, gelosie, giudizi e punizioni
che non sono mai giusti ma solo lo sfogo delle frustrazioni personali ed inconsce dei membri più influenti
dei gruppi stessi.

Fabio Smolari

Scuola

La fuga dei cervelli italiani e i criteri di selezione dei docenti

di

Antonio Giuseppe Di Natale

29 maggio 2022

La fuga dei cervelli italiani e i criteri di selezione dei docenti

Ho appena ricevuto da mio fratello il seguente messaggio: “Carmelo (il figlio, ndr), dopo appena dieci minuti di colloquio, ha ottenuto un incarico alla London School of Economics, che è al secondo posto nella classifica internazionale delle università specializzate negli studi economici e sociali”.

Carmelo Di Natale, poco più che trentenne, è un matematico che dopo la laurea con lode all’Università “La Sapienza” di Roma, è stato “segnalato” dai suoi professori al Mit di Boston e all’Università di Cambridge.

Ha scelto per motivi logistici Cambrigde, dove ha conseguito un dottorato di ricerca. Ha continuato il suo lavoro di ricerca all’Università di Newcastle e ha subito iniziato ad insegnare in una tra le più prestigiose High School di tutto il Regno Unito.

Avremmo voluto che ritornasse, dopo il prestigioso dottorato di ricerca, ad insegnare in un ateneo italiano. Lui ha preferito, nostro malgrado, restare in Inghilterra, perché era convinto di accelerare il suo percorso per diventare docente universitario. Aveva ragione.

In Italia, il concorso pubblico per l’insegnamento nelle scuole è stato un vero e proprio flop. Gli aspiranti insegnanti che hanno superato le prove a quiz, in media sono stati tra il 15 e il 30 per cento dei partecipanti nelle varie discipline d’insegnamento. Risulta evidente che la formula delle prove concorsuali a quiz e crocette non è il più adatto per valutare la preparazione degli aspiranti docenti. Non posso accettare neanche l’idea che le motivazioni dei pessimi risultati siano da addebitare ad una scarsa preparazione dei candidati.

La selezione per i concorsi a cattedra nelle università italiane è da decenni al centro di critica per i criteri di valutazione che di fatto premiano le “scelte” dei baroni universitari piuttosto che le reali conoscenze scientifiche di chi ambisce all’insegnamento universitario. In Italia sembra si diventa docenti ordinari per diritto divino.

Recenti statistiche internazionali collocano la nostra migliore università – il Politecnico di Milano – al 142mo posto nel ranking mondiale. Non conosco quali siano i criteri che vengono utilizzati per valutare le varie università nel mondo e nella fattispecie quelle italiane. Una cosa è certa, la scuola italiana di ogni ordine e grado non rispecchia la forza economica e industriale del nostro Paese, che fa parte del G7 e del G20.

È possibile che qualcosa non funzioni nei criteri di selezione degli aspiranti docenti?

http://www.opinione.it/editoriali/2022/05/29/antonio-giuseppe-di-natale_universit%C3%A0-italia-fuga-cervelli-estero-aspiranti-docenti-baroni-valutazioni/

Maturità 2022

si svolgerà il 22 giugno 2022, di seguito alcuni consigli tratti dal sito studenti.it

COME SVOLGERE LA PRIMA PROVA DI MATURITÀ

Veniamo ora a qualche suggerimento pratico: cosa fare, concretamente, quando ti troverai sul banco il foglio con le tracce della prima prova di maturità 2022? Ecco i vari step:

  • Leggi: il primo passo è il più ovvio, ma non è banale. L’errore che molti studenti commettono è quello di arrivare il giorno dell’esame con la convinzione di voler svolgere un determinato tipo di traccia (ad esempio il tema di attualità o l’articolo di giornale), tralasciando tutte le altre. Questo è un errore da non commettere mai perché tra gli altri temi proposti dal Miur potrebbe esserci un argomento sul quale sei particolarmente ferrato, e che più di altre ti permetterebbe di dimostrare ai commissari la tua preparazione e la tua capacità di ragionamento.
  • Individua le parole chiave: prendi la penna e rileggi la consegna. Sottolinea le indicazioni più importanti per sviluppare il tuo tema, cioè le linee guida che devi seguire. Cosa ti viene chiesto di fare? Ti viene suggerito di fare riferimento ad esperienze personali? Oppure a determinati documenti o fatti storici? A quali aspetti dell’argomento devi prestare più attenzione?
  • Brainstorming: prenditi qualche minuto per raccogliere le idee. Prendi il foglio di brutta copia e butta giù tutti i concetti, date e riferimenti che ti vengono in mente e che potresti inserire nel tuo elaborato.
  • Prepara la scaletta: ora passa alla stesura dello schema del tuo tema. Organizza il discorso e gli eventuali rimandi ai documenti forniti dal Miur in modo tale che l’introduzione, lo svolgimento (cioè la parte centrale del tema) e la conclusione del tuo elaborato siano collegati in modo logico e armonioso.
  • Scrivi: adesso inizia a scrivere. Usa frasi chiare e un linguaggio appropriato: né troppo semplice né altisonante. Se ti accorgi che per inserire una delle nozioni che ricordi devi forzare il testo, rendendo il tutto meno scorrevole, evita di includerla.
  • Controlla: quando hai finito, rileggi il tuo tema per vedere se è corretto dal punto di vista grammaticale, dell’ortografia e della punteggiatura ma non solo. Accertati di aver svolto per intero le consegne della traccia – cioè di aver risposto a quanto ti veniva chiesto – e di aver collegato le diverse parti del tuo scritto in modo fluido. Alla fine riporta il tutto in bella copia e rileggi un’altra volta per sicurezza (gli errori sono dietro l’angolo).
  • Consegna: bene, ora hai finito la tua prima prova di maturità. Puoi consegnare il compito alla commissione e uscire da scuola (se sono passate più di tre ore dall’inizio del test).

Nuova Darsena

Un nuovo itinerario utile e piacevole sia per i ferraresi che per turisti ed escursionisti: Ferrara Terra ed Acqua. La partenza in bicicletta è prevista alle ore 16.00 di Sabato 21 maggio con appuntamento in Piazza della Cattedrale.

La nuovissima, accogliente, Darsena di San Paolo al termine di un lungo itinerario in bicicletta lungo canali e rive fluviali in cerca del rapporto tra Ferrara e le acque. Partendo da Piazza della Cattedrale (l’antica Valle di San Romano) condurremo i partecipanti attraverso i meandri fluviali della città medioevale alla scoperta dei Borghi di San Giorgio e San Luca per riscoprire insieme una Ferrara peculiare e troppo spesso dimenticata.

Domenica 22 Maggio, in tempi tanto difficili, riproponiamo con Ferrara Ebraica itinerario elogio della tolleranza e omaggio allo scrittore Giorgio Bassani. Parleremo della storia e della cultura dell’ebraismo ferrarese, dalle origini ai giorni nostri, attraverso le strade dell’ex-Ghetto per arrivare infine al Cimitero Ebraico di via Vigne. Appuntamento e partenza alle ore 10.15 da Piazza della Cattedrale

Vietato fumare

“ A fine maggio riapre a Lido di Dante la spiaggia dedicata al turismo naturista. È stata firmata l’ordinanza che individua e regolamenta ai sensi della legge regionale l’area di demanio marittimo destinata alla pratica del naturismo. L’area individuata, fruibile dal 28 maggio all’11 settembre, si trova nel tratto di arenile in località Lido di Dante a sud del lido omonimo, con inizio a 50 metri dalla perpendicolare alla battigia dello stradello pinetale esistente per 400 metri (area 1 dell’immagine allegata). Dal 15 luglio (o 1 agosto a seconda dell’andamento stagionale delle nidificazioni, su disposizioni dell’organismo di gestione, Carabinieri per la Biodiversità) sarà fruibile anche un’ulteriore porzione di arenile più a sud (area 2 dell’immagine allegata) in cui la fruizione balneare viene consentita appunto dalla fine del periodo di nidificazione dell’avifauna. Il Comune di Ravenna ha incluso l’area individuata fra quelle oggetto di copertura da parte del servizio di salvamento che sarà attivato nelle spiagge libere dal 28 maggio all’11 settembre. Il Camping Classe si impegna a mettere a disposizione, a titolo non oneroso, idonei servizi igienici per i fruitori di quel tratto di arenile. Gli utilizzatori dovranno inoltre provvedere a tenere pulito lo spazio utilizzato portando via ogni rifiuto e dovranno conferire correttamente i rifiuti prodotti negli appositi contenitori. Nell’area vige, inoltre, il divieto di fumo sulla battigia e di abbandono di rifiuti prodotti da fumo. L’accesso all’area dovrà avvenire utilizzando esclusivamente l’arenile o gli stradelli, vietando, al fine di preservare l’ecosistema dunoso, l’occupazione, il passaggio e l’attraversamento della duna costiera, al di fuori degli stradelli. Nell’area 2 resta inoltre vigente il divieto di attendamento, campeggio e realizzazione di altre strutture temporanee anche costruite con legname spiaggiato.”

Si allega anche la foto aerea della spiaggia riservata al nudo-naturismo . ( all 1 )

ATTENZIONE: l’ANER chiede il rispetto delle regole di cui sopra, quindi non è favorevole a sconfinamenti fra area tessile e naturista, non accetta il fumo in spiaggia e l’abbandono di rifiuti compresi i mozziconi di sigaretta. I nostri amici cani non possono essere introdotti in spiaggia e ricordo che le multe sono salate. Vi segnalo che a Nord del lido di Dante esiste una spiaggia tessile riservata ai cani. Per garantire il rispetto di queste regole vi ricordo e segnalo che l’ANER collaborerà con la polizia municipale ed i Carabinieri per la Biodiversità. Per ogni evenienza rivolgetevi al bagnino che saprà sempre cosa consigliarvi .

Segnaliamo con enorme soddisfazione che un grande amico e socio ANER è diventato capo di Stato della Repubblica di San Marino . E’ la prima volta nel mondo del naturismo che una carica istituzionale così alta è ricoperta da un naturista. I festeggiamenti e ringraziamenti pubblici sono previsti al termine della durata della carica istituzionale per evitare ogni interferenza sul suo delicato lavoro. Ma fin da ora fissiamo un pranzo sociale in autunno nella Repubblica del Titano .

Domenica 11 settembre 2022 è già fissata l‘assemblea annuale ANER –APS. Per rinnovare l’iscrizione per il 2022 la quota rimane € 12. Si può rinnovare o iscriversi in spiaggia oppure il versamento va effettuato tramite C/C POSTALE n° 6127238 intestato ad ASSOCIAZIONE NATURISTA EMILIANO ROMAGNOLA A.N.E.R causale rinnovo 2022 (dati bancari IBAN IT20 A076 0113 1000 0000 6127 238).

Il presidente – Jean Pascal Marcacci –