Notte europea dei musei a Cento

Sabato 13 maggio 2023, dalle ore 21.00 – Pinacoteca San Lorenzo, piazza Cardinal Lambertini

Alle 21.00 avrà luogo una visita guidata, ad accesso libero, ai dipinti di natura morta della Pinacoteca San Lorenzo con il Direttore dei Musei Civici Lorenzo Lorenzini, sull’inedito tema del cibo e della cucina. Dalla toccante modestia dei pani, del vino e delle verdure della “Cena in Emmaus” di Guercino, si passa alle sontuose cascate di frutti maturi, vassoi ricolmi di canditi, biscotti glassati e selvaggina pronta per essere cucinata. Sono proprio gli animali e la cacciagione ad introdurre il concerto del gruppo vocale “Tavolata Armonica”, diretto da Maria Concetta Mammi, intitolato “Canzonette, frottole… e altri animali“.

L’evento è parte nel programma ‘i Sabati del Guercino‘ che proseguono il 13 e il 20 maggio nel centro storico di Cento.

Il programma musicale

Chi passa per sta strada (Filippo Azzaiolo, 1530 ca.-1569 post)
Dolcissimo ben mio (Orazio Vecchi, 1550-1605)
Sentomi la formicula (Filippo Azzaiolo, 1530 ca.-1569 post)
Capricciata a tre voci (Adriano Banchieri, 1568 – 1634)
Contraponto bestiale alla mente (Adriano Banchieri, 1568 – 1634)
El grillo (Josquin Desprez, 1450 ca. – 1521)
Matóna mia cara (Orlando di Lasso, 1532 ca.-1594)
Din dirin din (Anonimo, Cancionero de Palacio sec. XV)
A round of three country dances in one (Thomas Ravenscroft, 1582 ca.-1635)
Come Again (John Dowland, 1563 – 1626)
Il est bel et bon (Pierre Passereau, 1509 ante – 1547 post)
Tourdion (Thoinot Arbeau, 1519-1595)
La, la, la, Je ne l’ose dire (Pierre Certon, 1510 ca.-1572)
Un cavalier di Spagna (Francesco Patavino,1478-1556 ca.)

Tavolata Armonica’ è un gruppo composto da alcuni amici uniti dalla passione per il canto e provenienti da diverse esperienze maturate in gruppi corali del nostro territorio. La scelta del nome deriva dalla condivisione nel gruppo per l’amore per la musica e il piacere dello stare insieme in buona compagnia. Il  repertorio attinge dal patrimonio musicale a cappella per voci miste di tutte le epoche e continenti, in particolare si dedicano ai canti polifonici, sacri e profani, del Medioevo e Rinascimento, così come alla produzione di autori contemporanei e di ispirazione popolare.

Il gruppo vocale Tavolata Armonica è diretta da Maria Concetta Mammi.
I cantori della Tavolata Armonica sono: Giorgio Cervetti, Maria Grazia Cervetti, Andrea Cortesi, Marcello Costantini, Maria Concetta Mammi (direttrice), Luisa Martignoni, Donato Piacentini, Maurizia Piccinini, Andrea Sanguinetti, Cecilia Setti, Lamberto Tabellini, Paola Verri.

Centenario ferrovia

Quest’anno ricorre il 135° della Ferrovia Suzzara-Ferrara … ogni tanto ne parleremo: nell’immagine del 1950 il treno degli studenti appena partito dalla stazione di Bondeno … la locomotiva è la “24” e faceva parte della serie “Poeti”, era intitolata a “Petrarca”. Sullo sfondo l’imponente struttura del “silos granario” quando il Consorzio Agrario era ancora in piena efficienza.

Marco Dondi

Jazz

INFO E PRENOTAZIONI
Spirito di via Rondona 11/d a Vigarano Mainarda (Ferrara)
0532.436122 Prenota
Il Gruppo dei 10 torna allo Spirito con la nuova proposta per trascorrere insieme l’inverno e la primavera 2023, verso tutte le direzioni, compresa la comicità, la letteratura, e l’immancabile musica con ospiti di assoluto rilievo. Sono sette le date che dal 6 gennaio al 22 aprile sono racchiuse in Tutte le direzioni in Winter – Springtime 2023, rassegna organizzata da Il Gruppo dei 10, sodalizio ideato nel 2010 da alcuni ferraresi desiderosi di arricchire il panorama culturale estense con concerti dedicati al jazz e non solo.

I prossimi eventi in programma sono l’11 marzo con “Luigi Tessarollo New SexTex”, il 26 marzo “Enzo Decaro & Anema” propongono Renatissimo, un omaggio ai “primi” 100 anni di Renato Carosone (1920-2021) e infine il 22 aprile con il “Trio Malinconico” e l’avvocato di insuccesso letto da Diego De Silva.  Seguici su www.ilgruppodeidieci.com

Jannacci

Un piccolo contributo per gli amanti dei numeri … Jannacci nel 59 faceva parte dei “Cavalieri” gruppo che accompagnava nelle incisioni i vari cantanti del giro “Ricordi” (Tenco, Paoli, Gaber, Brunetta ecc..) poi tra 59 e 60 incise 8 singoli in coppia con Gaber (si chiamavano I Due Corsari) e dal 61 iniziò a incidere come solista … questo brano “Faceva il palo” uscì nel 66 ed era il suo 13° singolo … poi arrivò “Vengo anch’io” e la grande popolarità.

Marco Dondi da Facebook

Allo Spirito

Al via il 6 gennaio con “Old Folks” quartet featuring Danilo Rea: con lui sul palco anche Ares Tavolazzi, Luigi Bonafede e Gaspare Pasini
Old Folks
Il Gruppo dei 10 torna allo Spirito di Vigarano Mainarda (Ferrara) con la nuova proposta per trascorrere insieme l’inverno e la primavera 2023, verso tutte le direzioni, compresa la comicità, la letteratura, e l’immancabile musica con ospiti di assoluto rilievo. Sono sette le date che dal 6 gennaio al 22 aprile sono racchiuse in Tutte le direzioni in Winter – Springtime 2023, rassegna organizzata da Il Gruppo dei 10, sodalizio ideato nel 2010 da alcuni ferraresi desiderosi di arricchire il panorama culturale estense con concerti dedicati al jazz e non solo.
  Venerdì 6 gennaio si inaugura il nuovo anno con “Old Folks” quartet featuring Danilo Rea. Sul palco dello Spirito, insieme all’acclamato pianista, suoneranno Gaspare Pasini, sax alto, Ares Tavolazzi al contrabbasso e Luigi Bonafede alla batteria, per una serata ritmica di alto spessore, all’insegna della grande musica di questi “vecchi ragazzi”. Dopo decenni di frequentazioni intrecciate, tra assidue collaborazioni e amicizia autentica, i quattro veterani della musica hanno deciso di condividere anche il palcoscenico per alcuni riuscitissimi concerti. Propongono con lo stesso swing, lo stesso groove, lo stesso feeling, il loro bagaglio comune che interconnesso sul palco crea un’alchimia rara e straordinariamente coinvolgente. Old Folks è un incontro di vite passate in musica suonata ed esperienze irripetibili vissute con quella spinta interiore e sinergica che solo il jazz è in grado di far esplodere nelle viscere di chi suona e nel cuore di chi ascolta.
 
La signora Coriandoli (Maurizio Ferrini)
Venerdì 3 febbraio prosegue la rassegna con “Aspettando Carnevale”, serata danzante con la Signora Coriandoli e… stelle filanti. L’irruente e meraviglioso personaggio interpretato dal comico Maurizio Ferrini fin dagli anni novanta farà ridere e divertire il pubblico fra goliardia e reminiscenze kitsch, accompagnato dalla musica della Lama’s Band, con Renzo Fenzi alla voce, Gianni Tartaglione alle tastiere, Elio Rebecchi ed Elio Bertelli alle chitarre elettriche, Franco “Molly” Molinari al basso elettrico e Marco “Cinghiale” Govoni alla batteria.
Hamish Stuart
Domenica 19 febbraio (alle ore 12) sale sul palco la Hamish Stuart Band, con Hamish Stuart alla voce e alla chitarra elettrica, Ross Stanley all’organo Hammond, Alex Gariazzo alla chitarra elettrica ed Enzo Zirilli alla batteria. Hamish Stuart, nato a Glasgow, è musicista, compositore e produttore discografico britannico che ha condiviso il palco per otto anni con una leggenda della storia della musica, Sir Paul McCartney, padre fondatore dei Beatles. Ha lavorato anche con Aretha Franklin, Chaka Khan e David Sanborn. Ha scritto la hit del 1986 If Your Heart Isn’t in It, suonata dagli Atlantic Starr, e numerosi brani per Diana Ross, Smokey Robinson, Jeffrey Osborne e George Benson. Ha suonato anche per Ringo Starr & His All-Star Band come bassista.
Ed Cherry
Sabato 4 marzo è il momento di “Drumless” con Ed Cherry alla chitarra, Massimo Faraò al pianoforte e Nicola Barbon al contrabbasso. “Il più nero dei pianisti italiani” ritorna sul palco dello Spirito per una serata ‘senza batteria’ dal fortissimo impatto. Si tratta di un attesissimo ritorno a Ferrara per Ed Cherry, storico chitarrista di Dizzy Gillespie: l’ultimo concerto nella città estense fu nel 1990 con la “United Nations Orchestra” di Gillespie, al Teatro Comunale. Sabato 11 marzo torna Luigi Tessarollo con “Luigi Tessarollo New SexTex”. Il chitarrista suonerà insieme a Fulvio Chiara alla tromba, Gledison Zabote al sax tenore, Stefano Calcagno al trombone, Paul Zogno al basso elettrico e Francesco Parodi alla batteria. Sarà un magnifico, imperdibile concerto jazz, con ottimi musicisti e una formazione non facile da incontrare insieme sullo stesso palco. Domenica 26 marzo “Enzo Decaro & Anema” propongono Renatissimo, un omaggio ai “primi” 100 anni di Renato Carosone (1920-2021). Sul palco dello Spirito si esibiranno, trascinati dalla voce narrante e il canto di Enzo Decaro, il gruppo composto da Marcello Corvino al violino, Biagio Labanca alla chitarra, Massimo De Stephanis al contrabbasso, Fabio Tricomi all’oud, tamorre e mandolino. Il grande cantante napoletano sarà ricordato dall’attore, premio Tutte le Direzioni 2022 (che ritirerà proprio in quest’occasione), insieme alle canzoni che sono state la colonna sonora di un’Italia del dopoguerra che aveva una grande voglia di rinascere dalle proprie macerie. 
Enzo Decaro
Sabato 22 aprile, a concludere la rassegna, sarà il “Trio Malinconico” con l’avvocato di insuccesso letto da Diego De Silva. Con lo scrittore partenopeo – altro premiato 2022 per il Premio Tutte le Direzioni – condividono il palco i formidabili musicisti Aldo Vigorito al contrabbasso e Stefano Giuliano al sax. La serata sarà preceduta, alle ore 17 alla Feltrinelli di via Garibaldi a Ferrara, da un incontro letterario fra l’Avvocato Vincenzo Malinconico e i suoi “affezionati clienti”
Le serate allo Spirito hanno inizio alle ore 20, aperitivo e cena, e a seguire concerto (tranne il 19 febbraio, inizio alle 12, con aperitivo e pranzo)

INFO E PRENOTAZIONI
Spirito di via Rondona 11/d a Vigarano Mainarda (Ferrara)
0532.436122
Prenota

Canzoni da intorto

Le nostre domande, cantata da una certa Margot, al secolo Margherita Galante Garrone, interprete che poi avrei avuto occasione di conoscere a una rassegna della canzone d’autore, al Club Tenco di Sanremo?

Le parole, del poeta Franco Fortini, non assomigliavano a quelle contenute nelle canzoni d’amore che si sentivano allora alla radio: era un testo più vero, più vicino alla realtà, più essenziale, più bello. Se, nella raccolta di questo Lp, c’è una “canzone da intorto”, questa è l’unica che può essere definita tale.

dalla prefazione di Francesco Guccini

Festival Scorre Seconda edizione

Venerdì 2, sabato 3 e domenica 4 settembre torna Scorre – il Festival, con un palinsesto fatto di grandi nomi e imperdibili appuntamenti. Sul palco Noemi e Giuseppe Giacobazzi, e un’altra decina di eventi in Piazza Garibaldi di Bondeno e alla Rocca di Stellata.

++ LA BIGLIETTERIA È ALLESTITA PRESSO IL MUNICIPIO (0532 899 246) ++

(in fondo, il programma completo, aggiornato periodicamente)

«Tre spettacoli principali, sul grande palco di Piazza Garibaldi – rivela il sindaco, Simone Saletti, entusiasta di confermare il festival per la seconda edizione consecutiva –: venerdì sera avremo a Bondeno Giuseppe Giacobazzi, il divertentissimo attore romagnolo. Sabato, il festival proseguirà con l’Orchestra Giovanile Toscanini – NEXT, che suonerà musiche tratte dalle colonne sonore di famosi film. Domenica, chiuderemo con la grande e imperdibile voce di Noemi».

Scorre è realizzato in collaborazione fra la Città di Bondeno e l’associazione Promoter Emilia-Romagna (Per), con un contributo della regione Emilia-Romagna. Oltre ai tre spettacoli principali, organizzati sul palco di Piazza Garibaldi, sono previste altre iniziative musicali e culturali presso la Rocca Possente di Stellata, per un totale di una dozzina di eventi.

Ha lavorato alla realizzazione del festival l’assessore alla Cultura, Francesca Aria Poltronieri: «Gli appuntamenti culturali saranno il valore aggiunto. Dalla musica all’arte, passando per la letteratura». Il palinsesto, insomma, è davvero ricco. «Sarà una grande vetrina per il nostro territorio – conclude l’assessore alla Promozione del territorio, Michele Sartini».

INFO: 0532 899 246

_________________________________________________

IL PROGRAMMA DI SCORRE 2022

(questa sezione verrà periodicamente aggiornata)

VENERDÌ 2 settembre

  • Ore 10.00 – Biblioteca “Meletti” di Bondeno – Un coccodrillo speciale: lettura di fiabe legate al tema dell’acqua. L’esperienza è dedicata ai bambini dai 6 ai 10 anni. Ingresso gratuito su prenotazione (342 198 4674).
  • Ore 18.00 – Rocca Possente di Stellata (sala interna) – Cronache dal mondo e scritture di viaggio: Daniele Benati e Ivan Levrini in dialogo con Jean Talon, Cecilia Monina ed Ermanno Cavazzoni, nell’ambito de La vita e l’Opera di Gianni Celati. Primo appuntamento legato allo scrittore di origini bondenesi. Ingresso gratuito su prenotazione (in Municipio).
  • Ore 21.00 – Piazza Garibaldi di Bondeno – GIUSEPPE GIACOBAZZI & Friends Del mio meglio. Il comico romagnolo si esibirà accompagnato da Duilio Pizzocchi, Awed e I Masa. Spettacolo a pagamento a partire da 20 euro. Di seguito, il link ufficiale per ottenere il proprio biglietto: Giacobazzi – Boxer Ticket

(cliccando sull’immagine si accede direttamente alla biglietteria ufficiale)

Giacobazzi a Scorre 2022

SABATO 3 settembre

  • Ore 16.00 – Rocca Possente di Stellata (sala interna) – Il risvolto etico della scrittura, Daniele Benati e Ivan Levrini in dialogo con Michele Ronchi Stefanati, nell’ambito de La vita e l’Opera di Gianni Celati. Secondo appuntamento legato allo scrittore di origini bondenesi. A seguire: proiezione del documentario di Celati Strada provinciale delle anime. Ingresso gratuito su prenotazione (in Municipio).
  • Ore 16.00 – Museo Civico-Archeologico “G. Ferraresi” di Stellata – Fare l’archeologo, laboratorio per bambini dagli 8 ai 14 anni. I giovani archeologi impareranno a svolgere uno scavo e a identificare e restaurare i reperti rinvenuti. Ingresso gratuito su prenotazione (museostellata.gab@gmail.com o 335 727 9904).
  • Ore 18.00 – Rocca Possente di Stellata (parco esterno) – Il Po racconta: per il secondo anno, Germano Bonaveri torna per narrare la storia del territorio con i suoi personaggi storici e di fantasia con racconti, musica e leggende che accompagnano il Fiume e la sua gente. Ingresso gratuito su prenotazione (in Municipio) oppure a questo link: Bonaveri “Il Po Racconta” | Boxer Ticket .
  • Ore 21.00 ORCHESTRA TOSCANINI – NEXT, in scena presso Piazza Garibaldi a Bondeno con un repertorio musicale dedicato alle colonne sonore cinematografiche. Accesso gratuito su prenotazione. Prenotazioni possibili presso il Municipio oppure online: Orchestra Toscanini – Boxer Ticket

(cliccando sull’immagine si accede direttamente alla biglietteria ufficiale)

grafica orchestra toscanini 02

DOMENICA 4 settembre

  • Ore 6.45 – Rocca Possente di Stellata (parco esterno) – Concerto all’alba Two/Hundred live session, realizzato da due giovani musiciste del Conservatorio “Frescobaldi” di Ferrara. A seguire: colazione offerta dall’Amministrazione comunale e visita guidata alla Rocca e al Museo Archeologico. Ingresso gratuito su prenotazione (in Municipio) oppure a questo link: CONCERTO ALL’ALBA “TWO/HUNDRED” | Boxer Ticket .
  • Ore 9.00 – Piazza Garibaldi di Bondeno – Camminata all’insegna di natura e salute da Bondeno a Santa Bianca (e ritorno) organizzata da Avis Bondeno, con passaggio sullo storico Ponte Bailey per conoscerne i segreti e visita all’impianto idrovoro di Santa Bianca. Adesione su offerta libera: il ricavato sarà devoluto alla onlus di Ferrara “I frutti dell’albero”. Per info e prenotazioni: info@avis-bondeno.it.
  • Ore 16.30 – Museo Civico-Archeologico “G. Ferraresi” di Stellata – Inaugurazione mostra fotografica Il filo e il fiume di Paolo Simonazzi dedicata al fiume Po. Il catalogo verrà presentato da Davide Bregola. Accesso gratuito su prenotazione (museostellata.gab@gmail.com).
  • Ore 21.00 – Piazza Garibaldi di Bondeno – Concerto di NOEMI, che con la sua voce graffiante offrirà uno spettacolo di grande intensità. Ingresso gratuito su prenotazione, in Municipio oppure online: Noemi – Boxer Ticket

(cliccando sull’immagine si accede direttamente alla biglietteria ufficiale) 

Noemi ok Tavola disegno 1

_________________________________________________

I LUOGHI DI SCORRE – IL FESTIVAL

Piazza Giuseppe Garibaldi di Bondeno È la piazza principale del comune di Bondeno, su cui affaccia lo storico Palazzo Municipale. Un tempo nominata Piazza Castello, poi intitolata a Garibaldi in onore del celeberrimo discorso che il generale italiano declamò dal balcone del Municipio. Oggi è la sede del mercato settimanale del martedì, oltre che delle due fiere annuali, delle festività natalizie e di numerose altre attività. Per il fine settimana 2-3-4 settembre, Piazza Garibaldi ospiterà la comicità di Giacobazzi e il concerto di Noemi, oltre all’esibizione dell’Orchestra Giovanile Toscanini – NEXT.

(Piazza Garibaldi in allestimento per Scorre 2021)

Piazza Garibaldi Scorre 1

Rocca Possente di Stellata. È l’edificio più iconico e simbolico del territorio comunale. La sua origine risale attorno all’anno Mille. Nei secoli ha cambiato più volte la sua funzione: da avamposto difensivo a fortezza di controllo del transito delle merci, sino a luogo di cultura. Oggi fa parte del territorio inserito nell’area UNESCO Ferrara, Città del Rinascimento e il suo Delta del Po. Fortemente danneggiata dal tragico sisma del 20 maggio 2012, oggi è in dirittura d’arrivo con la riqualificazione. Presto tornerà ad essere un centro di aggregazione culturale ed enogastronomica. Gli importanti lavori di restauro sono stati descritti all’interno della summer schoool internazionale di architettura After the Damagesil cui video è disponibile qui .

(La Rocca Possente in occasione delle prime visite durante Scorre 2021. Sino a quel momento, era rimasta chiusa al pubblico dal 20 maggio 2012, giorno del sisma dell’Emilia)

Rocca Possente Scorre

_________________________________________________

OMAGGIO A GIANNI CELATI

La seconda edizione del festival ha come filo conduttore il ricordo dello scrittore di origini bondenesi Gianni Celati, scomparso nel gennaio del 2022 a Brighton. L’omaggio all’artista è curato da Daniele Benati e Ivan Levrini.

Gianni Celati, biografia – Nato nel ‘37 – Sei mesi di vita a Sondrio – Padre ferrarese, impiegato in banca, litiga col direttore, condannato per punizione a trasferirsi da un capo all’altro dell’Italia – Famiglia viaggiante – Tre anni a Trapani – Sette anni a Belluno – Tre anni a Ferrara – Liceo a Bologna – Viaggio in Germania e quasi matrimonio, ma lei si mette con un altro – Ritorno a casa – Passa il tempo – Servizio militare – Tesi di laurea – Si sposa – Epatite virale Raptus di scrivere come un certo matto che lo appassiona – Italo Calvino propone di farne un libro – Passa il tempo – Succedono delle cose – Vita in Tunisia, cerca di imparare l’arabo – Fallimento – Bologna, impiegato in una ditta di dischi che gli fa venire il mal di stomaco – Borsa di studio a Londra – Pubblica libro – Due anni alla Cornell University – Passa il tempo – Altro libro – Conosce un certo Sironi che lo mette a scrivere film falliti in partenza – Vita in California, Kansas e Queens – Passa il tempo, ancora – Come una volta – Parigi rue Simon-le-Franc, piccola strada – Bologna, insegna all’università I presidi!!! – Roba da matti! – Fuga – Si trasferisce in Normandia – Con amici vari trovati per strada inventa Il Semplice, Almanacco delle prose – Contenti tutti – Passa il tempo – Trasferimento in Inghilterra – Libri – Fa anche documentari – In Africa con Jean Talon – Africa, la sua patria, come Ferrara – Un anno a Berlino senza far niente – L’Italia invivibile – È andata così – Dal 1990 vive a Brighton, Inghilterra, con sua moglie.

I curatori dell’omaggio a Gianni Celati:

  • Daniele Benati è stato lettore di italiano all’estero e ha tradotto opere di scrittori irlandesi e americani. Ha pubblicato Silenzio in Emilia (Feltrinelli 1997, Quodlibet 2008), Cani dell’inferno (Feltrinelli 2004, Quodlibet 2018), Le opere complete di Learco Pignagnoli (Aliberti 2006) e altri lavori di narrativa.
  • Ivan Levrini insegna filosofia al liceo Ariosto-Spallanzani di Reggio Emilia. Ha collaborato con varie riviste fra cui “Discipline filosofiche”, “Il caffè illustrato”, “Il semplice” e “Griseldaonline”. Cura per la Fondazione “I Teatri” di Reggio Emilia il ciclo di conversazioni filosofiche dal titolo “Verso sera”. Scrive anche testi narrativi, tra cui: Semplici svolte del destino (Quiedit, 2011) e Vita coniugale (Quodlibet, 2017). Nel 2022 ha pubblicato un diario in dieci puntate su “Doppiozero”.ù

I relatori che si susseguiranno durante il festival per l’omaggio a Gianni Celati:

  • Ermanno Cavazzoni è autore di vari libri di narrativa, fra cui Il poema dei lunatici (1987), Le tentazioni di Girolamo (1991), Vite brevi di idioti (1994), Cirenaica (1999), Gli scrittori inutili (2002), Storia naturale dei giganti (2007), Il limbo delle fantasticazioni (2009), Il pensatore solitario (2015), La galassia dei dementi (2018), vincitore del Premio Campiello – selezione Giuria dei Letterati, La madre assassina (2020), Esame di Mezzanotte (2022). È stato, con Gianni Celati e altri, ideatore e curatore della rivista “Il semplice”.
  • Cecilia Monina è dottoranda in Studi Italiani alla Sorbonne Université di Parigi, sta lavorando a un progetto di ricerca sulle forme brevi nell’opera di Gianni Celati, e ha pubblicato contributi su Gianni Celati, Anna Maria Ortese e Giuliano Scabia. Collabora con le riviste “Nuovi Argomenti” e “La Balena Bianca”.
  • Michele Ronchi Stefanati ha ottenuto il dottorato di ricerca presso University College Cork e si è dedicato principalmente al rapporto tra la letteratura italiana contemporanea e l’impegno. Ha curato il volume Gianni Celati. Traduzione, tradizione e riscrittura (Aracne, 2019), selezione di contributi dei partecipanti al convegno Gianni Celati. Tradition, Translation, Rewriting, tenutosi a Dublino e a Cork nel 2016. È attualmente docente di letteratura italiana e storia negli istituti superiori.
  • Jean Talon è stato tra i redattori della rivista “Il Semplice, almanacco delle prose” (Feltrinelli 1995-1997), ha curato e tradotto opere di Henri Michaux e Georges Perec, e la collana Compagnia Extra per le edizioni Quodlibet (2008-2020). Nel 2016 ha pubblicato Incontri coi selvaggi (Quodlibet) e nel 2019 ha curato Narrative in fuga di Gianni Celati (Quodlibet).