Cinema

lo ripubblico qui perché ha ottenuto un (1!) mi piace

Bondeno.today

Anec

Data: Mercoledì, 08 marzo 2006 alle 17:05:58 CET Argomento: Attualità
Resoconto della conferenza, stampa del 2 marzo 2006 sulla questione del cinema Argentina. Invitati;
Responsabili Media, del territorio Aldo Lotti – Compagnia del Patatrac Mattia Bagnolati – Compagnia del Mangialuna Carlo Polastri – direttore artistico di varie iniziative teatrali UILT – Unione Italiana Libero Teatro Emilia-Romagna
A quelli menzionati sopra (non tutti presenti) si devono aggiungere gli assessori Mestieri e Pancaldi accompagnati dalla dirigente Paola Mazza, che però hanno detto di essere lì per ascoltare e di non voler rilasciare dichiarazioni; due esponenti dell’associa.zione culturale bolognese SPACE e il vicepresidente del circolo Fuori Quadro.
Difficile dare un resoconto oggettivo della conferenza sia perché la materia è tuttora controversa, sia perché la discussione è stata a tratti caotica, ma, visto che stiamo parlando di realtà locali che chiunque può verificare abbastanza agevolmente accedendo alle fonti, invitiamo i nostri quaranta lettori…

View original post 445 altre parole

Senza memoria

Probabilmente molti non ricordano l’iniziativa di Paolo Malagodi che , all’inizio degli anni ’80 istituì un centro di aggregazione giovanile che chiamò CSA e ospitò alcune iniziative delle quali accludo foto:

Dall’alto le animatrici del CSA: Angela e Cristina Marchetti con l’amica Borella;

Carla Cavallari, Laura Borghi ad una mostra sulla condizione della donna;

Dino Giatti in Borgo Paioli negli anni ’80

Da CSA a CPA

Domenica 22 maggio, alle ore 12.30 presso il Centro 2000, arriva il pranzo comunitario di beneficenza in favore della ristrutturazione del Centro Parrocchiale per le Attività (Cpa) di via Borgo Paioli a Bondeno. Tutte le info nell’articolo.

Una struttura resa inagibile dal sisma del 2012, ma che grazie all’impegno collettivo potrebbe vedere una nuova luce. Estremamente positivo è il giudizio del sindaco, Simone Saletti: «L’obiettivo di questa giornata è quello di tornare a sedersi tutti insieme attorno a un tavolo, ovvero il momento in cui gli emiliani discutono dei temi importanti. Con questo evento torniamo gradualmente a riappropriarci della normalità e della socialità che sono andate disperdendosi durante i due anni di pandemia, andando a coinvolgere tutte le associazioni del territorio, avendo in testa l’obiettivo fondamentale di recuperare l’importante Cpa».

Fa eco alle parole del sindaco, l’assessore alla Cultura, Francesca Aria Poltronieri: «Il 2022 è l’anno che il nostro Comune ha dedicato alla cucina tradizionale bondenese. Già da qualche mese abbiamo dato inizio alle iniziative legate a questo tema, partendo con il concorso artistico per gli studenti Vinci la Copertina. Con Ial la collaborazione è attiva e proficua da sempre. Il Cpa deve tornare ad essere un punto di riferimento per tutta la comunità, in particolare per i più giovani».

E all’auspicio della buona adesione si unisce anche l’assessore alla Promozione del territorio, Michele Sartini: «Confidiamo ci sia una grande risposta da parte della cittadinanza, delle associazioni e dei loro invitati. Stiamo gradualmente tornando alla normalità, e di conseguenza sta tornando anche la programmazione completa delle nostre iniziative. Una menzione anche all’azienda La Barchessa per aver messo a disposizione i propri prodotti».

Del Cpa e della sua importanza per il territorio ha invece parlato il parroco di Bondeno, don Andrea Pesci: «L’obiettivo per il futuro è quello di allargare il piano terra, portandolo così contare su una sala teatrale da 200 posti a sedere. Il primo piano della struttura è invece già completato, ma purtroppo ancora inutilizzabile. Iniziative di questo genere fanno molto bene per la comunità, anche perché soltanto così il traguardo della ristrutturazione totale si fa sempre più vicino».

Il servizio di ristorazione sarà prestato dalla scuola alberghiera Ial Ferrara, che da subito ha sposato l’iniziativa: «Teniamo molto a questa iniziativa, perché Ial è nata a Bondeno, ed ha un legame inscindibile con questa comunità e con il territorio – sostengono Lorenzo Schiavina e Giulio Bianconcini, responsabili di cucina e sala –. Il nostro modo di operare consiste nel portare la scuola e i suoi studenti dentro al territorio. Il menù è nato a seguito di un confronto fra gli chef, che hanno valutato i prodotti stagionali e locali e hanno ideato piatti rivisitati rispetto ai classici».

La prenotazione del pranzo è obbliatoria, e deve essere effettuata entro venerdì 13 maggio telefonando al numero 389 953 9445. Il pranzo è organizzato dalla Città di Bondeno, in collaborazione con la Pro Loco di Santa Bianca. Sono previsti un menù adulti e uno bambini.

Alla conferenza stampa di presentazione erano presenti anche il vicesindaco, Francesca Piacentini, l’assessore allo Sport, Ornella Bonati, e l’assessore ai Lavori pubblici, Marco Vincenzi.

___________________________________________

MENÙ ADULTI – Prezzo: 25 euro a persona

Antipasto: sformato di melanzane con fonduta di parmigiano, pomodori confit e crumble salato

Primo: risotto agli asparagi con polvere di speck

Secondo: guancia di maiale al Fortana con spuma di patate

Dessert: scomposta di tenerina con cremoso cioccolato e coulis di fragole

Acqua, vino e caffè sono inclusi

___________________________________________

MENÙ BAMBINI – Prezzo: 15 euro a persona

Primo: Pennette al pomodoro

Secondo: crocchette di pollo con patatine fritte

Dessert: scomposta di tenerina con cremoso cioccolato e coulis di fragole

Acqua e bibite incluse

Palazzo, aperto alle visite

Palazzo Naselli-Crispi è considerata una delle dimore storiche più belle di Ferrara.

Meno noto rispetto altri palazzi della città estense, è dal 1922 sede del Consorzio della Grande Bonificazione, oggi Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, che nel 2021, dopo i lavori di restauro post-sisma, ha deciso per la prima volta di aprirlo ai visitatori esterni.

Un palazzo dunque tutto da scoprire, a pochi passi dal Castello Estense: un raro esempio di dimora d’ispirazione romana nel cuore di Ferrara, primo esempio di architettura civile del Cinquecento. Il Palazzo è stato progettato da Girolamo da Carpi, architetto e pittore allievo di Garofalo, che ha potuto esprimere liberamente il proprio estro e le proprie idee architettoniche, decisamente innovative per l’epoca.

Accessibilità: parzialmente accessibile a persone diversamente abili o con bisogni speciali.

Programma

Naselli-Crispi vale una visita: oltre alle bellezze dell’architettura e delle decorazioni degli interni, custodisce la preziosa mostra del Catasto Carafa, che espone mappe storiche originali del XVIII Secolo considerate veri e propri gioielli del patrimonio archivistico del territorio ferrarese.

Il Palazzo è visitabile durante le APERTURE STRAORDINARIE che sono programmate il PRIMO SABATO di ogni mese (tranne agosto). Le visite guidate sono a cura dei dipendenti del Consorzio di Bonifica e durano circa 45 minuti.

La prenotazione è obbligatoria e si effettua accedendo all’apposito link sul sito: www.bonificaferrara.it

Info: tel. 0532 218211 e-mail: info@bonificaferrara.it

Dove

Palazzo Naselli-Crispi – Via Borgo dei Leoni, 28 – Ferrara

Quando

Primo sabato di ogni mese (tranne gennaio, febbraio e agosto)

Orari

dalle 9:30 alle 12:00 e dalle 14:30 alle 17:00.
Si partecipa su prenotazione: www.bonificaferrara.it

Url dell’evento

http://www.bonificaferrara.it

Tariffe

Ingresso e visite guidate gratuite

Storia locale

1° Maggio 1902. Fu inaugurata 120 anni fa la prima Casa del Popolo di Bondeno, il progetto fu di Giovanni Facchini e venne ubicata proprio di fianco al teatro comunale. Il discorso inaugurale fu tenuto dal noto politico socialista Camillo Prampolini. Appena due anni dopo, nel 1904, per motivi ancora oggi sconosciuti l’immobile venne venduto alla Società Operaia che ne fece la propria sede fino all’avvento della seconda guerra mondiale. Nel dopoguerra fu ampliato e trasformato in pastificio dai fratelli Rossi.

oggi su fb

Davide Formenti

Carissimi Lettori,

Il signor Lonicera, il professor Rauris e tanti altri personaggi vi aspettano per darvi una lettura del futuro prossimo a venire… dimenticavo, la ragazza che fa le bolle in copertina è seduta su Ofelia, un gran bel pezzo di nutria… vi chiederete che ci fa una nutria in un racconto di fantascienza… venite alla presentazione e lo scoprirete.

Giardini estensi

Da Sabato 30 Aprile a Domenica 01 Maggio 2022 – dalle ore 10:30
Ferrara (FE)

Giardini Estensi - Ferrara

Giardini Estensi a Ferrara
In Primavera e Autunno torna la Rassegna Florovivaistica 30 aprile 1 maggio 2022

Un contesto ideale per agli affezionati del verde e della sostenibilità ambientale; una sede prestigiosa come quella di Parco Massari dove il visitatore viene accolto dai due secolari Cedri del Libano, in un contesto di pregiate essenze arboree. Da decenni il parco è luogo privilegiato dai ferraresi per immergersi nella bellezza a contatto con la natura, intere generazioni di bambini hanno giocato fra siepi di bosso e maestosi tronchi.

L’edizione autunnale di Giardini Estensi propone eccellenze florovivaistiche frutto della collaborazione con oltre cento aziende agricole provenienti da varie parti d’Italia. Gli stands d’artigianato a tema faranno da complemento alla fiera proponendo sorprendenti novità. Un appuntamento per curiosi e turisti per scoprire in bicicletta i giardini storici della città patrimonio UNESCO, mescolarsi nella babele delle oltre cento bancarelle ricche di fiori e profumi frutto del lavoro di veri e propri produttori di essenze vegetali.

Info: Associazione Ferrara Pro Art  tel. 0532 1862076 – 347 1472203 – Tutti gli aggiornamenti sulla pagina fb

Informazioni:
http://www.facebook.com/giardiniestensi2017
http://www.ferraraterraeacqua.it