La battaglia di Finale

Domani, martedì 14 aprile – nell’ambito delle iniziative legate alla mostra storico documentaria “Quand è pasà al front. La battaglia di Finale, 22 e 23 aprile 1945” – alle ore 21 nella sala polivalente del MAF di viale della Rinascita, lo storico e scrittore Nerino Barbieri racconterà i giorni della Liberazione nella Bassa Modenese. Sarà un viaggio nella nostra storia locale, ripercorrendo i giorni della Liberazione e raccontandoli come se fossero fotografie di quei momenti di tragedia e di gioia.

 

Mercoledì 22 aprile toccherà invece a Simone Guidorzi, direttore del Museo della Seconda Guerra Mondiale di Felonica, che illustrerà la battaglia di Finale Emilia nel contesto dell’offensiva alleata dell’aprile 1945.

 

Martedì 28 aprile, infine, Celso Malaguti presenterà il suo ultimo lavoro: “La guerra a Finale 1943-1945. Vicende e protagonisti”.

 

Anche questi due incontri si svolgeranno al MAF di viale della Rinascita, alle ore 21

 

La mostra “Quand è pasà al front” verrà inaugurata il prossimo giovedì 23 aprile alle ore 18,30 nelle sale del Museo Civico all’interno del Castello delle Rocche e sarà visitabile fino al 14 giugno. Il percorso espositivo proporrà una serie di fotografie, molte delle quali inedite, documenti e reperti risalenti ai giorni che hanno visto diverse divisioni di militari tedeschi concentrarsi a Finale alla ricerca di una via di fuga verso il Po, braccate e inseguite dalle armate alleate. Proprio il ponte di Finale e le zone rurali della Crocetta, di Campodoso e via Colombarina, nella notte del 22 e nella mattinata del 23 aprile, furono il palcoscenico di uno degli ultimi, cruenti, scontri armati della Seconda Guerra Mondiale in Italia.

 

 

 

San Giorgio in Paradiso

giovedì 23 aprile dalle ore 9 alle ore 19

SAN GIORGIO…IN PARADISO – APERTURA STRAORDINARIA DELLA BIBLIOTECA ARIOSTEA
Il giorno di S. Giorgio riparte Il Maggio dei Libri, la campagna di promozione alla lettura ormai diventata un appuntamento abituale e diffuso in tutto il territorio nazionale, promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.
Per l’occasione la Biblioteca Ariostea aprirà regolarmente dalle 9 alle 19.
Sarà possibile visitare il Teatro Anatomico e la mostra in Sala Ariosto dedicata ad Aldo Manuzio (con guida alle ore 11 e alle ore 17), mentre per i più piccoli ci saranno spazi per letture e laboratori.
Alle ore 18, un aperitivo letterario organizzato in collaborazione con l’Associazione Amici della Biblioteca Ariostea, concluderà la giornata.
A cura del Servizio Biblioteche e Archivi del Comune di Ferrara in collaborazione con Associazione Amici della Biblioteca Ariostea

San Giorgio in .... Paradiso

Per maggiori informazioni visita la nostra pagina Facebook
San Giorgio…..in Paradiso

Chitarre in biblioteca

Dopo il considerevole successo della serata di apertura presso l’auditorium di Medolla, la rassegna “LybrAcustica” farà tappa, sabato 11 Aprile alle ore 21, a Finale Emilia presso la Biblioteca Comunale “Giuseppe Pederiali” di viale della Rinascita.

 

Young Guitar Orchestra

Sarà questa l’occasione per assistere al concerto di più di 40 ragazzi che fanno parte delle due orchestre di chitarre della Fondazione Scuola di Musica C. e G. Andreoli: Lybra in Corso e Young Guitar Orchestra. Entrambe le orchestre – unitamente a numerose altre iniziative, dalla Banda giovanile John Lennon alla Rullifrulli, dal coro Mousikè all’orchestra ArchiBaleno – costituiscono parte integrante del progetto didattico che all’interno della Fondazione promuove la musica d’insieme.

 

Le due orchestre di chitarre, composte da giovani dai 15 ai 30 anni (Lybra in Corso) e dai 9 ai 13 anni (Young Guitar Orchestra) studenti della scuola di musica e provenienti dai comuni dell’Area Nord, propongono coinvolgenti repertori che vanno da Vivaldi al jazz, passando per ritmi latini e classici del rock rivisitati per ensemble di chitarre.

 

Lybra in corso

I direttori dei rispettivi gruppi di musica d’insieme sono i Maestri Mauro Bruschi ed Eugenio Polacchini. L’ingresso all’evento è gratuito.

 

Anche l’appuntamento conclusivo di LybrAcustica si svolgerà a Finale Emilia: venerdì 24 aprile, sempre la Biblioteca Pederiali, ospiterà alle ore 21, il concerto del maestro Vito Nicola Paradiso “La magia di una chitarra italiana. Domenico Modugno e classici italiani trascritti per chitarra”.

 

 

 

 

Pinocchio in ferrarese

Pinocchio ferrarese – nuova edizione digitale
comunebook Gli aventur ad Pinochio : Storia d’un buratìn, Le avventure di Pinocchio: Storia di un burattino voltata in dialetto ferrarese da Italo Verri, illustrata da: Maurizio Bonora, Paola Bonora, Daniela Carletti, Gianni Cestari, Marcello Darbo, Matteo Farolfi, Massimo Festi, Maria Paola Forlani, Flavia Franceschini, Mara Gessi, Gianfranco Goberti, Gianni Guidi, Erika Latini, Adelchi-Riccardo Mantovani, Adriana Mastellari, Nicola Nannini, Franco Patruno, Laura Ragazzi, Manuela Santini, Jessica Steri, Marco Tessaro, Paolo Volta, Sergio Zanni, Luca Zarattini

Cura e scelta delle illustrazioni Lucia Boni (Galleria del Carbone)
Il volume, a cura di Lorenzo Magri, già edito dal Comune di Ferrara e impresso dal Centro Stampa Comunale verrà pubblicato oggi nella Nuova edizione e-Book con la postfazione di Piero Zanotto

Scarica gratuitamente il volume andando alla pagina dedicata sul sito web del Comune di Ferrara (www.comune.fe.it)
Liceo Scientifico Roiti Ferrara
Comune di Ferrara
Servizio Biblioteche e Archivi
Biblioteca Comunale Bassani
http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=3886

Pasqua e Pasquetta al MAR

Domenica 5 e lunedì 6 aprile la mostra

Il Bel Paese.

Dal Risorgimento alla Grande Guerra,

dai Macchiaioli ai Futuristi

è aperta dalle 9 alle 19

(la biglietteria chiude un’ora prima)

Confermati anche i consueti appuntamenti:

Serata aperitivo
dal 3 aprile al 12 giugno 2015
Ingresso venerdì sera con aperitivo e visita guidata, su prenotazione € 17
la visita guidata ha una durata di circa un’ora, per permettere la consumazione dell’aperitivo

Genitori & Bambini
Tutti i sabati pomeriggio alle 16.00 proseguono gli appuntamenti Genitori & Bambini dedicati alla mostra. La Sezione didattica propone visite guidate e laboratori per bambini dai 5 anni con le loro famiglie. Ogni appuntamento è articolato in un breve percorso guidato in mostra per proseguire poi nelle sale del laboratorio didattico dove genitori e bambini insieme potranno realizzare, sotto la guida di esperti operatori, le loro originali opere d’arte ispirandosi alle creazioni degli artisti, su prenotazione, tariffa bambini € 3, tariffa adulti € 7
Visite guidate
Tutti i sabati e le domeniche alle 16.30

Lunedì di Pasquetta ore 16.30
su prenotazione € 14


La mostra:

Il Bel Paese: dal Risorgimento alla Grande Guerra, dai Macchiaioli ai Futuristi, promossa dal Comune di Ravenna, dall’Assessorato alla Cultura e dal Museo d’Arte della città, con il generoso sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, a cura di Claudio Spadoni. Un lungo ed avvincente itinerario negli straordinari scenari della nostra terra, così come sono stati visti e reinterpretati dai più grandi artisti italiani del tempo: Balla, Bianchi, Boccioni, Boldini, Caffi, Carrà, Cremona, De Nittis, Depero,Fattori, Fontanesi, Guaccimanni, Induno, Lega, Michetti, Morbelli, Palizzi, Pelizza da Volpedo, Previati Russolo, Segantini, Signorini, tra i tanti.
Prenotazioni
tel. 0544-482487
dal mar al ven 10-12
Mar e gio 10-12 e 15-17

Ingresso mostra:
intero € 9, ridotto € 7

Genitori & bambini  tariffa bambini € 3, tariffa adulti € 7
visita guidata sabato e domenica alle 16.30 € 14
serata aperitivo € 17

 

Aldo Manuzio in Ariostea

Esposizione bibliografica a cura di Mirna Bonazza

Dal 19 marzo al 30 aprile 2015

Biblioteca Comunale Ariostea – Via delle Scienze 17 – Ferrara
In occasione dei cinquecento anni dalla morte di Aldo Manuzio (ca. 1450-1515), la Biblioteca Comunale Ariostea dedica al celebre umanista, tipografo ed editore che soggiornò nella Ferrara dei duchi d’Este, una mostra che verrà inaugurata giovedì 19 marzo alle ore 17.30, nella Sala Ariosto della Biblioteca Comunale Ariostea, alla presenza del vicesindaco Massimo Maisto.
L’esposizione – visitabile sino a giovedì 30 aprile –  mette in luce la ricchezza culturale del primo editore in senso moderno, fine conoscitore delle lingue greca e latina, che intrattenne relazioni con i più importanti letterati del suo tempo e cui si deve l’introduzione di importanti innovazioni nella stampa.
Mirna Bonazza, responsabile della Sezione Manoscritti e Rari dell’Ariostea e dell’Archivio Storico, curatrice della mostra, ha selezionato dalle raccolte della Biblioteca Ariostea rari e preziosi esemplari. Nelle vetrine si potranno ammirare edizioni del Quattrocento, di grande pregio, uscite dalla tipografia veneziana di Aldo Manuzio, di autori classici in lingua greca: Esiodo, Aristotele, Esichio di Alessandria, Museo Grammatico. Inoltre, cinquecentine stampate da Aldo Manuzio e dai suoi eredi, nonché edizioni di opere dello stesso Manuzio.

Spiccano anche importanti edizioni in volgare: la Hypnerotomachia Poliphili di Francesco Colonna del dicembre 1499 e le Epistole di Santa Caterina da Siena del settembre 1500. Di risalto l’edizione de Le terze rime di Dante Alighieri curata da Pietro Bembo che Aldo Manuzio stampò nell’agosto del 1502, con i nuovi caratteri corsivi da lui stesso introdotti nella tipografia. Grande interesse potranno suscitare le importanti edizioni di opere di umanisti che godevano di un’affinità culturale con Manuzio: Teodoro Gaza, Costantino Lascaris, Angelo Poliziano, Giovanni Francesco Pico della Mirandola, Iacopo Sannazzaro, Pietro Bembo, i ferraresi Tito Vespasiano ed Ercole Strozzi e Daniele Fini.

Saranno esposti per la prima volta codici di autori classici dei secoli XIV-XV, quali testimoni della tradizione umanistica. Non poteva inoltre mancare il testamento autografo del 24 agosto 1511.

Un percorso espositivo che vuole offrire Il ritratto di uno studioso attento, aperto alla conoscenza degli ambienti culturali dell’epoca, sempre alla ricerca di codici da stampare, divenuto il tipografo più importante del Rinascimento.

Orari

Dal lunedì al venerdì: dalle 9 alle 19;  sabato: dalle 9 alle 13.

Giorni di chiusura

  • Domenica

Tariffe

Ingresso gratuito