Bonjour M. Sepo

Sepo

Inaugura sabato 19 ottobre alle ore 17:00 la mostra organizzata e curata dal Comune di Pieve di Cento, Assessorato alle attività culturali, e dal Museo Magi ‘900

Bonjour M. Sepo

un talento italiano a Parigi


visitabile fino al 24 novembre tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle ore 10 alle 18 presso il museo Magi ‘900.

Dalla collezione del Comune di Pieve di Cento un percorso di conoscenza e valorizzazione di una straordinaria figura di artista che per oltre trent’anni è stata protagonista della grafica pubblicitaria.

E a trent’anni dalla scomparsa, la mostra si propone di rilanciare gli studi e la ricerca su un personaggio di grande talento.

Pubblicitario, pittore e scultore, Severo Pozzati, noto con lo pseudonimo di Sepo, è nato a Comacchio nel 1895 e morto a Bologna nel 1983.

Attivo sia in Francia che in Italia, è stato tra i più importanti cartellonisti pubblicitari della prima metà del Novecento, uno degli artisti che ha determinato la trasformazione del manifesto da oggetto decorativo a strumento di comunicazione, contribuendo a fissare i moduli caratteristici del cartellone pubblicitario.

La mostra sarà visitabile fino al 24 novembre tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle ore 10 alle 18

Tutti a scuola?

Atti del Convegno “L’istruzione elementare nella pianura bolognese tra Otto e Novecento”. Presentazione della ricerca d’archivio sulla storia locale svolta da Maria Tasini, Tiziana Melloni, Silvia Pinardi.

Iniziativa organizzata nell’ambito della Settimana della Storia 2013, in collaborazione con l’Assessorato alla cultura del Comune di Pieve di Cento.

  • Data: 17 ottobre 2013
  • Ore 15.30
  • Sede: Biblioteca Comunale di Pieve di Cento
  • Costo: Ingresso libero

Salone del libro e del fumetto di Bologna

Per rispondere alle richieste di tantissimi appassionati e lettori bolognesi e delle zone vicine, abituati a frequentare la nostra sede, e quindi ormai da quasi due mesi – e ancora per un mese, vista la durata dei lavori di preparazione della nuova sede di Elara che verrà inaugurata il 15 novembre – impossibilitati agli acquisti diretti, alle consuete chiacchierate con i nostri redattori e responsabili, all’acquisizione di prima mano delle informazioni sull’attività editoriale, o semplicemente desiderosi di procurarsi de manu gli arretrati di Fantasy & Science Fiction o del nuovo Portfolio realizzato in occasione del Romics 2013, e già prezioso oggetto di culto da parte dei collezionisti più avveduti e attenti, abbiamo deciso, dopo oltre due anni di assenza dalla massima manifestazione bolognese del collezionismo, del fumetto e del libro, di allestire i nostri tavoli in occasione dell’edizione d’autunno, che si svolgerà al Palanord di Via Stalingrado 81 a Bologna nelle giornate di sabato 12 e domenica 13 ottobre, con i seguenti orari:
Sabato 12 ottobre dalle ore 9 alle ore 19
domenica 13 ottobre dalle ore 9 alle ore 18.
L’ampio spazio occupato dai tavoli di Elara, presidiati da Ugo Malaguti e Rosa Bevilacqua e, dal pomeriggio di sabato, anche dall’editore Armando Corridore (che arriverà direttamente da Roma dopo la sua partecipazione al 1° salone del libro per i ragazzi in programma al Centro Elsa Morante) offrirà un’ampia selezione dei nostri titoli, delle rarità collezionistiche, oltre a una sezione dedicata a chi ama il fumetto.
La Mostra mercato del fumetto e del libro da collezione è l’appuntamento più importante per i collezionisti, gli appassionati e i curiosi del Centro-Nord. Aspettiamo tutti ai nostri tavoli per questo appuntamento che abbiamo deciso di onorare per mantenere quel prezioso contatto diretto con i lettori che le complessità e i tempi burocratici necessari per rendere pienamente operativa la nostra nuova sede hanno così rallentato.

Ricordiamo che è online l’aggiornamento del sito http://www.elaralibri.it, attraverso il quale potete ordinare sia i numeri arretrati di Fantasy & Science Fiction, sia i titoli del nostro catalogo e il Portfolio uscito in occasione del Romics 2013. Insieme a notizie e aggiornamenti sulla nostra attività editoriale, le novità in uscita, e tante altre cose.
Un’occhiata al nostro editoriale, o una visita al nostro tavolo alla Mostra mercato di Bologna, sono le possibilità di questa settimana di essere informati e partecipi ai fatti.
Buona navigazione in Internet e buon viaggio al Palanord!.

Palafontana?

Souvenir d'ItalieUn percorso musicale attraverso l’atmosfera dei grandi cantautori italiani: ballad, swing, tanghi, beguine e soprattutto bosse, pensando alla Dolce Vita.

Venerdì 11 Ottobre, ore 21
Palafontana
Viale Pironi. Bondeno (FE)

 

 


Souvenir d’Italie
musica italiana da salotto
www.souvenirditalie.it

Souvenir d'ItalieI Souvenir d’Italie nascono dall’idea di voler creare una formazione acustica che valorizzasse la musica italiana e l’atmosfera dei grandi cantautori italiani.
Il suono che ne esce caratterizzato da voci calde e da strumenti come la fisarmonica, contrabbasso e chitarra si adatta a quei locali o situazioni dove la musica viene ancora “ascoltata”; Ci definiamo a tal proposito come un’ensamble che propone “Musica italiana da salotto” Infatti le nostre rivisitazioni, tutte ballad, swing, tanghi, beguine e soprattutto bosse, fanno pensare alla Dolce Vita, alle colonne sonore, dove la musica era considerata un buon sottofondo “indispensabile” e spesso era firmata dai grandi maestri dell’epoca, incorniciando le serate nei ristoranti e locali d’elite di quegli anni…


Filippo Arletti
voce, chitarra ritmica, cori
Miriam Mazzanti voce, cori
Gianmarco Banzi fisarmonica, vibrandoneon
Antonio Torello contrabbasso
Maurizio Sgarbi chitarra

La storia della borsa usata

IL BARATTO A FERRARA D’INIZIO SETTEMBRE: COM’E’ ANDATA
Non è la prima volta che teniamo un baratto in scec a Ferrara e come sempre i numeri, ma soprattutto l’entusiasmo di organizzatori e fruitori, ci dicono che è stato un successo.
Soprattutto l’opportunità di unire due gruppi “barattosi”, in un contesto di mutuo supporto, che ha visto in contemporanea dagli 8 agli 11 volontari per giornata: il gruppo di San Bartolomeo in Bosco e il gruppo legato al CSV di Ferrara.

I numeri delle 5 giornate di baratto ( più una di sola raccolta ) parlano chiaro, anche perché sono stati pedissequamente segnati, conteggiati e raggruppati:
in totale sono stati scambiati 1647 oggetti, di cui 672 abiti, 603 tra scarpe borse giochi e libri, 166 abitini da bimbi e infine i “piccolissimi” che hanno totalizzato 201 scambi.
Abbiamo utilizzato in totale di 2619 scec di cui rimasti in circolo  977 scec.
Se volete divertirvi a fare i conteggi per la prova del nove vi accorgerete che non tornano. I conti non tornano mai …  Come mai? E’ molto semplice. Nei territori in cui lo scec non è una realtà completamente nuova, possono ritornare, ad ogni baratto, scec di precedenti baratti, scec di baratti avvenuti in altre zone o scec di associati che hanno le mazzette da 100 o 50, magari di persone che ottengono l’oggetto tramite uno scec ma non hanno portato nessun oggetto in cambio. Fa parte del circolo della ricchezza, della fungibilità dello scec  e del meccanismo di utilizzo degli scec divulgativi. Lo scec circola e questo, al di là della precisione dei conteggi, è in definitiva il nostro obiettivo.
Alcuni scec sono ritornati particolarmente “vissuti”, altri sono ancora molto “nuovi”: ciascuno ha un suo rapporto tutto personale con questi fogliettini di carta colorati.
Le persone che partecipano ai baratti ferraresi ritengono che questa occasione sia importante per rinsaldare le conoscenze, i legami e la collaborazione delle famiglie, in modo che si possano generare rapporti fiduciari e poi, in seguito, di mutua solidarietà , mutuo supporto, creatività di gruppo. Nulla di più in linea con i nostri desideri. Lavoreremo affinchè da queste iniziative, in cui coltiviamo la conoscenza reciproca, possano nascere progetti a sostegno delle famiglie.
Vi lascio con una storia curiosa legata a questo baratto.

****

LA STORIA DELLA BORSA USATA
Il giorno di raccolta arrivano al centro alcuni extracomunitari che non sanno la lingua italiana. La mediatrice è assente e comunicare diventa problematico. Gli stranieri pensano che si stia effettuando una raccolta caritatevole e pensano di poter prendere qualche oggetto liberamente.
Una delle volontarie, Ara, riesce a comunicare in inglese che non si tratta di banco caritatevole ma di un baratto in cui per avere un oggetto si deve portare un altro oggetto.
Il gruppetto comprende, restituisce gli oggetti e si siede buono buono su una panchina in attesa della mediatrice.
A un certo punto una delle donne prende la sua vecchia borsa e la svuota violentemente sul pavimento. Qualcuno pensa che voglia dimostrare di non aver rubato nulla, ma in realtà la donna prende la sua borsa, tutta vecchia e rovinata, e chiede  di barattarla con un paio di scarpe. Evidentemente le aveva strategicamente puntate fin dall’inizio ( come la capisco!! ).
La borsa è molto rovinata ma il gesto colpisce molto le volontarie che accettano il cambio scarpe-borsa;  sono convinte che, così brutta, la borsa non sarebbe mai stata scambiata durante la festa.

Le giornate di baratto hanno inizio e, incredibilmente, senza neppure troppa attesa, la borsa viene presa. Felicemente presa!  Ara segue con discrezione l’evolversi dei fatti e sa esattamente chi e per cosa è stata scambiata. Una delle signore più “in vista” e ricche della città si è innamorata di quella vecchia, usata e rovinata borsa e la sceglie, fra tanti, come oggetto del suo desiderio. Un amore a prima vista, scambiato con … indovinate un po’?
Un bellissimo, nuovissimo e ricchissimo abito di Lagerfeld, che tutte le volontarie si sono provate nella speranza di poterselo portare a casa ( niente da fare, l’abito è andato ad una avvocatessa ).
Il commento di Ara, che mi racconta la storia, è chiaro “quella borsa doveva avere una energia fortissima”.
Ne sono convinta. Ci siamo chieste se la donna ricca avrebbe preso ugualmente la borsa se avesse saputo da dove veniva e l’uso che ne era stato fatto fino a poche ore prima. Non lo sapremo mai.
Sappiamo però che gli oggetti portano con sè storie importanti, strane, divertenti e che con questi baratti consentiamo a queste storie di arricchirsi, sommarsi, allungarsi mentre prolunghiamo anche la vita dell’oggetto stesso.
Visita la Galleria Immagini

In pinacoteca a Bondeno

Carlo Tassi sarà l’indiscusso protagonista della mostra che, da sempre contraddistingue, la Fiera campionaria di ottobre. Un’esposizione che cercherà di fare luce su tutti gli aspetti della sua complessa visione artistica, dalle tele alle sue sculture. Una delle quali, forse una delle più suggestive, è situata nel cortile della parrocchia matildea e rappresenta l’incontro di Cristo con i fanciulli. Con l’immancabile elemento arboreo presente in questa raffigurazione. “Itinerari pittorici padani in cerca di un personaggio” sarà il titolo di questa rassegna, che sarà visitabile dal 5 ottobre al 3 novembre, in pinacoteca, dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 15 alle 19 il sabato e la domenica, con la possibilità di aperture pomeridiane e serali durante il periodo fieristico. Si tratta della seconda esposizione dedicata al maestro Tassi dall’attuale Amministrazione e che sarà curata dalla moglie Mara, in collaborazione con il Comune. «L’amministrazione vuole celebrare con questo tributo all’indimenticato maestro Tassi l’80° della sua nascita. A testimonianza del grande valore attribuito dalla giunta alla persona e all’artista, che proprio al Comune aveva concesso la sua ultima intervista, raccontando la sua storia. Quella di Carlo Tassi, con le sue raffigurazioni di personaggi e paesaggi tipici delle nostre terre, rimane di grande valore non solo locale, ma nazionale.» Un’arte da riscoprire e mantenere viva, «perché l’arte è qualcosa che abbraccia tutto – amava dire Carlo Tassi – e ci pervade di calore, non c’è mai violenza nella sua espressione.»

Giornata del contemporaneo

Ingresso gratuito alla Collezione Permanente del Museo Magi ‘900

Cosa
  • Mostre d’arte
Quando 05/10/2013 10:00 al
06/10/2013 18:00
Dove Museo Magi900 – via Rusticana A/1, 40066 Pieve di Cento (BO)
Persona di riferimento info@magi900.com
Aggiungi l’evento al calendario vCal
iCal

Il Museo Magi ‘900 aderisce all’iniziativa dell’AMACI (Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani) per la nona edizione della

Giornata del Contemporaneo

con l’ingresso gratuito alla Collezione permanente il 5 e il 6 ottobre

ore 10:00 – 18:00

Appuntamenti a Cento del Festival Internazionale di Ferrara

INTERNAZIONALE – UNA GITA A CENTO: 4-5-6 ottobre 2013

Incontri e dibattiti con autorevoli esponenti del mondo dell’informazione e proiezioni di filmati in anteprima italiana sui più scottanti temi di attualità.

logo Festival

Per la prima volta il Festival Internazionale di Ferrara sbarca a Cento con una serie di interessanti appuntamenti sul mondo dell’informazione.

Il Festival, giunto alla VI edizione e frequentato da migliaia di persone, rappresenta una delle iniziative più significative del panorama culturale italiano, promuovendo incontri, iniziative e laboratori con i principali nomi del giornalismo internazionale e offrendo numerosi ambiti di dibattito su tematiche di attualità e argomenti di rilevanza sociale, politica ed economica, all’insegna della partecipazione attiva e del confronto di idee.

Questo il programma delle iniziative a Cento, tutte ad ingresso libero, organizzate in collaborazione con il Comune di Cento:

VENERDI’ 4 OTTOBRE
Ore 21,00 – Partecipanza Agraria di Cento, via Guercino 49/1
INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA “BRUNO VIDONI. LE INATTENDIBILITA’ DEL VERO. I FALSI REPORTAGE DI GUERRA”
Saranno presenti il fotografo Eduardo Castaldo e lo storico Roberto Roda

SABATO 5 OTTOBRE
ore 10,00 – Palasport di Cento
“I guerrieri dell’informazione: come cambiare il mondo attraverso i media” – Incontro con il giornalista MICAH WHITE

Micah White è un attivista statunitense, tra i fondatori del movimento Occupy Wall street. È stato direttore della rivista canadese Adbusters, che si occupa di mediattivismo e di critica al sistema capitalistico utilizzando il linguaggio pubblicitario.  Attualmente è una delle firme della rivista. Ha fondato un’agenzia di consulenza specializzata nei movimenti di protesta sociale che realizza campagne per organizzazioni non profit e associazioni. Vive con sua moglie in Oregon. Suoi punti cardini dell’attivismo sono: ecologia, giustizia sociale, lotta al capitalismo e democrazia mondiale. White analizza anche i rischi del clickattivism, considerando che il pericolo è che la democrazia del click rischia di prendere il posto all’attivismo dei movimenti di piazza e che per quanto consistente sia l’aggregazione in rete, il suo peso politico è quasi nullo e quindi, non si deve promuovere la falsa speranza che navigare su Internet possa bastare per cambiare il mondo.

Ore 18,00 –  Casa Pannini, via Guercino 74
“Cronache locali. La provincia italiana vista dalla stampa straniera” Tavola rotonda con i giornalisti LEE MARSHALL e CARLO CIURLO
Nell’occasione verrà conferito il Premio Cento alla Stampa Locale
In collaborazione con Club Embora

MONDOVISIONI A CENTO
PROIEZIONI DI DOCUMENTARI SU INFORMAZIONE, ATTUALITA’ INTERNAZIONALE E DIRITTI UMANI

Mercoledì 9 ottobre
ore 21,00 – Salone di Rappresentanza della Cassa di Risparmio di Cento, via Guercino 32
Fatal Assistance di Raoul Peck
Francia/Haiti/Usa/Belgio | 2012, 98 minuti
Francese, inglese e creolo con sottotitoli italiani
Haiti, 2010: un forte terremoto devasta l’isola. La comunità internazionale si mobilita immediatamente, eppure, più di due anni dopo il sisma, la ricostruzione è ancora un miraggio.

Mercoledì 16 ottobre
ore 21,00 – Salone di Rappresentanza della Cassa di Risparmio di Cento, via Guercino 32
Fire in the Blood di Dylan Mohan Gray
India | 2013, 84 minuti | Anteprima italiana
Inglese, hindi, manipuri e xhosa con sottotitoli italiani
Come le multinazionali farmaceutiche e i governi occidentali hanno impedito l’accesso ai farmaci generici contro l’Aids nel sud del mondo, causando milioni di morti.

Mercoledì 23 ottobre
ore 21,00 – Salone di Rappresentanza della Cassa di Risparmio di Cento, via Guercino 32
God Loves Uganda di Roger Ross Williams
Usa | 2013, 83 minuti
Inglese e swahili con sottotitoli italiani
L’operato delle chiese evangeliche statunitensi in Uganda ha ispirato un progetto di legge contro l’omosessualità tra i più restrittivi del mondo.

Mercoledì 30 ottobre
ore 21,00 – Salone di Rappresentanza della Cassa di Risparmio di Cento, via Guercino 32
The Defector di Ann Shin
Canada | 2012, 71 minuti | Anteprima italiana
Coreano, inglese, cinese e thai con sottotitoli italiani
Dragon è un trafficante che aiuta i cittadini nordcoreani a fuggire dal loro paese per attraversare clandestinamente Cina, Laos e infine Thailandia, dove possono richiedere asilo. Il loro viaggio è lungo e pericoloso.

Mercoledì 6 novembre
ore 21,00 – Salone di Rappresentanza della Cassa di Risparmio di Cento, via Guercino 32
Powerless di Deepti Kakkar e Fahad Mustafa
India | 2013, 78′ | Anteprima italiana
Inglese e hindi con sottotitoli italiani
Nella città indiana di Kanpur, dove vivono tre milioni di persone, più di 400mila abitanti non hanno l’elettricità. La battaglia tra la compagnia elettrica e gli allacci illegali alla rete rispecchia le contraddizioni del miracolo economico indiano.

Mercoledì 13 novembre
ore 21,00 – Salone di Rappresentanza della Cassa di Risparmio di Cento, via Guercino 32
Terms and Conditions May Apply di Cullen Hoback
Stati Uniti | 2013, 79 minuti | Anteprima italiana
Inglese con sottotitoli italiani
Cosa si nasconde tra le righe dei termini e delle condizioni da accettare prima di aprire un account su un social network o scaricare un’applicazione? Clic dopo clic, stiamo entrando in uno stato di sorveglianza costante.

VI edizione di roBOt Festival

BOLOGNA, DAL 2 AL 5 OTTOBRE 
MUSICA, ARTI VISIVE, PERFORMANCE, SCREENING E WORKSHOP 
PALAZZO RE ENZO, LUOGHI D’ARTE E CLUB DELLA CITTA

La VI edizione di roBOt Festival – la manifestazione internazionale dedicata alla musica elettronica e alle arti digitali – si svolge dal 2 al 5 ottobre in diversi luoghi della città di Bologna, a partire da Palazzo Re Enzo, per poi coinvolgere tre spazi creativi bolognesi: Elastico Studio, TPO e Link. Improntata sulla ricerca di soluzioni stilistiche e formali capaci di indurre nello spettatore le sensazioni più recondite e irrazionali, l’edizione 2013 – con il tema #digitalvertigo – invita i partecipanti a scoprire, attraverso la fruizione delle arti digitali, le nuove forme musicali e visive della contemporaneità.

Il programma preannuncia un’edizione particolarmente intensa grazie al coinvolgimento di oltre 100 artisti provenienti dal panorama internazionale della musica elettronica contemporanea e all’ampliamento della ricerca sulle arti visive e sui workshop di approfondimento. Rispetto alla precedente edizione, roBOt06 rafforza il bando di ricerca call4roBOt – che per la prima volta, grazie al sostegno della Fondazione Del Monte di Bologna, mette in palio un premio in denaro di 1500– e sviluppa la sezione dedicata al cinema, che quest’anno presenta ben 7 titoli (due in più rispetto al 2012), di cui cinque in anteprima italiana.

L’affresco musicale proposto da roBOt06 contempla tutte le sfumature possibili che la musica elettronica riesce ad esprimere: il grande opening a Palazzo Re Enzo è affidato a Tim Hecker, una delle massime autorità mondiali per l’elettronica destrutturata più intelligente. Nelle giornate successive Bologna ospiterà Lorenzo Senni, Infinite Livez, Holy Other e John Roberts, Close, Jackmaster, oOoOO, Seth Troxler, Ben Klock, Mano Le Tough, solo per citare alcuni nomi individuati fra gli headliner. La giornata conclusiva, sabato 5 ottobre, è realizzata in collaborazione con Red Bull Music Academy e vede in programma artisti del calibro di Thundercat, in anteprima nazionale e unica data italiana del tour europeo, Kelpe, Pantha Du Prince, Jon Hopkins, che presenta a Bologna il suo ultimo lavoro – Immunity – considerato capolavoro della techno 2.0, Martyn, Brandt Brauer Frick e Dj Koze (che sostiuisce Apparat). Il programma completo su: robotfestival.it

La #digitalvertigo attraversa tutto il programma ed è al centro dell’indagine delle opere audio- video che caratterizzano roBOt06, come ad esempio Spiral Composition di Fake Samoa, un elogio della circolarità meccanica che indaga l’immaginario industriale oppure Moon’s Journey, l’opera di Katalin Tesch, un viaggio senza punti di riferimento. L’installazione Memezoology di Mauro Ceolin vede protagonisti i meme a soggetto zoologico, mentre la performance Itineranti risonanze architettoniche di Roberto Pugliese, esplora la relazione tra suono e architettura e Self Portrait, autoritratto di Francesca Arri, scopre una dimensione parallela. Catturano l’attenzione Zimmerfrei, collettivo che si muove in un crocevia complesso tra cinema, teatro, musica e performance, Diego Zuelli, che in un gioco di equilibri, esplora l’ambito tra realtà e ricostruzione al computer e i Ninos Du Brasil, con il loro happening archeofantascientifico.

In costante crescita è la sezione Screening, dedicata al cinema, che presenta sette titoli tra cortometraggi e lungometraggi, selezionati tra il meglio del panorama cinematografico mondiale in tema di ricerca digitale applicata all’audiovisivo, computer graphic e musica elettronica. Da una parte titoli come onedotzero, Energy Flow e Enaction, tre lavori che mostrano le ultime tecnologie digitali applicate all’audiovisivo, dall’altra due documentari come Indie Game: The movie e We are Modeselektor – quest’ultimo presentato  in collaborazione con il Biografilm – ripercorrono le storie straordinarie di artisti che si esprimono attraverso lo strumento digitale. Spicca nella programmazione Future Past Perfect, Parts 1 – 4, serie audiovisiva composta di quattro corti realizzata dal grande Carsten Nicolai, già ospite del festival in qualità di musicista con il moniker Alva Noto per il concerto inaugurale di roBOt05 insieme al maestro Ryuichi Sakamoto. Infine il movimento e l’immagine all’interno dello spazio urbano sono invece i temi di Dancing Cities, interessante esperimento di Raul Gual a metà fra danza e cinema.

La sezione Workshop ospita Vertigini sonore: scene e culture globali della musica elettronica a cura di Paolo Magaudda e Marco Santoro, appuntamento realizzato in collaborazione con l’Università di Bologna, dedicato alle ricerche e alle riflessioni antropologiche e sociologiche sulle culture contemporanee della musica elettronica. Dedicato all’orto del futuro è il workshop E-vaso a cura di Andrea Sartori, che propone la realizzazione di un vaso-robot “intelligente”, in grado di muoversi nell’ambiente circostante, alla ricerca delle migliori condizioni climatiche per la pianta che ospita. Segue Push a cura di Giancarlo Lanza sul nuovo controller dedicato ad Ableton Live e Digital Words a cura del Collettivo HMCF sul potere della parola in rete.

A rendere speciale questa edizione, contribuiscono due novità: il Music Hack Day (5-6 ottobre a Palazzo D’Accursio), realizzato in collaborazione con musicXmatch e Agenda Digitale del Comune di Bologna e roBOt KIDs (6 ottobre presso il MAMbo), progetto nato dalla sinergia tra il Dipartimento educativo MAMbo, Shape e Studio Public. Music Hack Day, realizzato per la prima volta in Italia, rappresenta il più importante hackton internazionale dedicato alla musica. Una full immersion di 24 ore, dove programmatori, designer e artisti si incontrano per dare nuove forme al futuro della musica. – bologna.musichackday.org. roBOt KIDs è un evento inedito dedicati a bambini, ragazzi e famiglie. Speciali allestimenti, laboratori, travestimenti, musica e installazioni interattive coinvolgeranno il pubblico in un’esperienza plurisensoriale. Ai partecipanti verrà chiesto di costruire una maschera e saranno invitati a ballare da Dj Bubble – un coniglio gonfiabile di 3 metri che salta, balla e comunica con cartelli e azioni perfomative – tra colori e suoni, arte e musica (costo: 10€. Per info e prenotazioni: mamboedu@comune.bologna.it // tel. 051 6496628).

PROGRAMMA:

MERCOLEDÌ 2 OTTOBRE

LIVE / DJ SET: Tim Hecker (US) – live; Starfuckers (IT) – live; Zimmerfrei (IT) – live; and many more. SCREENING: Indie Game: The Movie di Lisanne Pajot e James Swirksy (CA); onedotzero_ resonate di onedotzero (UK); Future Past Perfect_Parts 1 – 4 di Carsten Nicolai (DE).

GIOVEDÌ 3 OTTOBRE

LIVE / DJ SET: Will Saul presents Close (UK) – live; Jackmaster (UK) b2b Jasper James (UK) dj; oOoOO (US) – live; Lorenzo Senni (IT) – live; Memoryman aka Uovo (IT) – dj set; Almunia (IT) – live; Infinite Livez (UK) – live; DJ Khalab (IT) – live; and many more.

PERFORMANCE: Itineranti Risonanze Architettoniche di Roberto Pugliese (IT); Spiral Composition di Fake Samoa (IT); The Ratchet Effect di Matthew Collings (UK).

VIDEO: Sipping Soma di Retrophuture (Fabrizio Passarella) (IT); Transferring, Storing, Sharing And Hybriding: Text_Version di Marcello Mercado (DE); Danse Macabre di Boris Labbé (FR).

SCREENINGS: We Are Modeselektor di Romi Agel E Holger Wick (DE); Enaction di Carlotta Piccinini (Regia) e Luigi Mastandrea (Suono) (IT)

VENERDÌ 4 OTTOBRE

LIVE / DJ SET: Seth Troxler (US) dj, Ben Klock (DE) dj, Mano Le Tough (IE) dj, Tropic Of Cancer (US) live, Holy Other (UK) live, John Roberts (US) live, Dva Damas (US) live, Andrea Fiorito (IT) dj, Alex Picone (IT) dj, Steve Summers (US) live, Unzip Project (IT) dj and many more.

PERFORMANCE: K-Sine di Nero.Txt E Esnho (IT); La Panca di La Capra (IT); Bleeding di Otolab (IT); Ultramagnetic Crystalbleed di Von Tesla (IT).

VIDEO: Self Portrait di Francesca Arri (IT); Sipping Soma di Retrophuture (Fabrizio Passarella) (IT); Transferring, Storing, Sharing And Hybriding: Text_Version di Marcello Mercado (DE); Danse Macabre di Boris Labbé (FR).

SCREENING: Dancing Cities di Roger Gual (ES). WORKSHOP: E-vaso a cura di Andrea Sartori (dalle 16 alle 18); Push a cura di Giancarlo Lanza (dalle 18 alle 21)

SABATO 5 OTTOBRE

LIVE / DJ SET: Kelpe (UK) live, Thundercat (US) live, Ninos du Brasil (IT) live, Letherette (UK) a/v live, Aïsha Devi (CH) live, Brandt Brauer Frick (DE) live, Pantha Du Prince(DE) live, Jon Hopkins (UK) live, AD Bourke (IT) live, Martyn (NL) live, Apparat (DE) dj, Lele Sacchi (IT) dj, Alarico Mantovani (IT) dj, Cosmin TRG (RO) dj, Lorenzo Senni (IT) live, Godblesscomputers (IT) dj, Suz + quartetto d’archi (IT) live and many more.

PERFORMANCE: Mentire Sempre di Andrea Magnani (IT); I’m Not Playing di Marco Mendeni e Bob Meanza (IT); Advangarde / Innesti Postmediali di Saguatti, Coïaniz, Fameli e Sailer per Basmati e Artype (IT); Parade Ouverture di A-li-ce & Swub(FR).

VIDEO: Moon’s Journey di Katalin Tesch (HU); Sipping Soma di Retrophuture (Fabrizio Passarella) (IT); Transferring, Storing, Sharing And Hybriding: Text_Version di Marcello Mercado (DE); Danse Macabre di Boris Labbé (FR).

SCREENING: Future Past Perfect_Parts 1 – 4 di Carsten Nicolai (DE); Energy Flow prodotto da Field (UK); Enaction di Carlotta Piccinini (Regia) e Luigi Mastandrea (Suono) (IT) .

WORKSHOP: Digital Words a cura del Collettivo HMCF (dalle 16 alle 18); Vertigini sonore: scene e culture globali della musica elettronica a cura di Paolo Magaudda e Marco Santoro (dalle 18 alle 21).

DOMENICA 6 OTTOBRE

roBOt KIDs: dalle 14.30 alle 18.30 presso il Dipartimento educativo MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, Via Don Minzoni 14. Per bambini e ragazzi dai 5 ai 14 anni (bambini da 2 a 5 anni con almeno un accompagnatore). Costo: € 10. Per info e prenotazioni: mamboedu@comune.bologna.it / tel. 051 6496628

Sito: www.robotfestival.it I biglietti sono in vendita sul circuito Vivaticket, direttamente online: http://bit.ly/14nTbej oppure in uno dei tantissimi punti vendita sparsi sul territorio nazionale: http://bit.ly/16wYRBF

roBOt Festival è un progetto di Shape realizzato con il sostegno e il patrocinio di: Comune di Bologna, Provincia di Bologna e Regione Emilia Romagna. In collaborazione con: Fondazione del Monte, Fondazione Teatro Comunale di Bologna e Università di Bologna. Main Sponsor: Jägermeister. Partner: Red Bull Music Academy, Forst, Rinascimento, Acqua Cerelia e Arteria Music Label. Partner tecnici: 3D / DNA Concerti, Nuovo Trasporto Viaggiatori Spa, AC Hotel Marriott, Numero 00, Mercedes-Benz Stefauto, Aeroporto G. Marconi di Bologna, Bologna Welcome, Sosushi, You Can Group e Osteria del Cappello. Media Partner: Il Resto del Carlino, Deejay Tv, m2o, Radio Città del Capo, Soundwall, Edizioni Zero, Tafter, LiveBo, Sentireascoltare e Musical Box. Music Partner: Spotify e musiXmatch.