Fiera di Finale Emilia

“ Un appuntamento che porta in sé la storia di una terra e la memoria di una città che conserva ancora intatta tutta la sua bellezza”

Con queste parole, si concludeva il saluto alla cittadinanza in occasione dell’ultima edizione fieristica: mai, nemmeno nei nostri peggiori incubi, avremmo potuto immaginare quello che sarebbe successo dopo nemmeno un mese.
Un dolore profondo ha cambiato le nostre vite e distrutto la nostra città. Ci sono stati giorni difficili, accompagnati da sensazioni che, probabilmente, non riusciremo mai a dimenticare: il ricordo più vivido è quel senso di impotenza che ci attanagliava mentre assistevamo inermi alla furia degli eventi che stava inesorabilmente minando al cuore le nostre certezze.
Lo sconforto non ha lasciato spazio alla rinuncia : il terremoto non ha cancellato la memoria di quello che era e mai abbiamo smesso di credere che, un giorno, avremmo potuto rivedere tutto quello che ci era stato portato via in pochi secondi.
Mai, come ora, la nostra città ha bisogno di vivere, di acquisire nuove energie, di “fare cose” affinché le persone riescano a riappropriarsi dei propri spazi, dei propri luoghi e delle proprie abitudini.
Per questi motivi, dal 25 al 28 aprile, la nostra città ospiterà la 151° edizione della Fiera d’Aprile che, come l’anno precedente, sarà totalmente a carico di sponsor e privati.
Una manifestazione che può vantare un programma ricco e vario grazie, soprattutto, al supporto delle associazioni culturali, sportive e al volontariato sociale che hanno risposto all’invito dell’Amministrazione Comunale ad essere presenti e a mettersi in gioco apportando il contributo materiale e intellettuale alla realizzazione di un evento che coinvolgerà l’intera città.

Una città che rinascerà grazie a una comunità forte e coesa che mai ha perso la speranza.

L’Assessore alla Cultura
Massimiliano Righini
.

Autore: bondeno

redazione bondeno.com

1 commento su “Fiera di Finale Emilia”

  1. L’esuberante comicità di “Gigi & Andrea” sarà protagonista della serata del 25, dopo il concerto del coro moderno “Mousiké” della scuola di musica intercomunale Andreoli.

    Venerdì gli spettacoli continueranno alle 19 con l’esibizione dimostrativa della scuola di Ju-jitsu Csr, e in serata “Flexus”, la band folk con il coro delle mondine di Novi che cantano De Andrè.

    Sabato, notte bianca, le principali vie e piazze del centro saranno coinvolte da pomeriggio fino a tarda notte. In viale Marconi 1 presso il mobilificio Cirillo, la presentazione dei prodotti “Miele”, i cuochi offriranno degustazioni e gadgets. In piazza Baccarini sarà allestito un accampamento militare medievale con addestramento per i bambini, a cura del “Conestabili del Finale e del circolo culturale “La Cinquedea”. La storica band finalese “Al Chermes e i suoi savoiardi” suonerà dalle 21.30 in via Mazzini, mentre dalle 21 l’esibizione di “Martin Scozzese”, direttamente da Zelig Alessandro Politi, con la sua comicità irriverente per una serata tra gag e giochi di prestigio. Domenica la giornata inizia dalle 8 di mattina con il mercato ambulante in piazza Baccarini e il mercatino dell’ingegno e dell’hobbistica in via Mazzini. Presso l’istituto scolastico Castelfranchi, dalle 10.30 la cerimonia di ringraziamento per le donazioni ricevute per la nuova sede. In serata, dalle 21, il concerto di Iskra Menarini, la storica corista di Lucio Dalla, si esibirà accompagnata da Teo Ciavarella e Giacomo Fantoni.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: