"Il Barbiere di Siviglia" inaugura la stagione lirica

L’opera di Rossini in scena
venerdì 8 e domenica 10 febbraio
Sergio Alapont dirige
l’Orchestra Città di Ferrara
Regia di Italo Nunziata

Dopo 18 anni ritorna in scena al Teatro Comunale di Ferrara il capolavoro per eccellenza del repertorio buffo.
Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, lontano dalle scene ferraresi dalla stagione 1995, inaugura la stagione lirica 2013 venerdì 8 febbraio alle 20 e domenica 10 febbraio alle 16. Lo spettacolo, che riprende un collaudato allestimento del 2004 del Teatro Comunale di Treviso, è prodotto da Teatri Umanesimo Latino Spa di Treviso in coproduzione con la Fondazione Teatro Comunale di Ferrara. Continua così, dopo il Don Pasquale della passata stagione, il proficuo rapporto con uno dei principali teatri di tradizione del Veneto.
In buca ci sarà, per la prima volta in apertura di stagione lirica, l’Orchestra Città di Ferrara guidata dal giovane direttore valenciano Sergio Alapont; il coro Voxonus sarà diretto da Alessandro Toffolo. Nel cast figurano cantanti di caratura internazionale accanto a giovani talenti della scena lirica italiana: Alfonso Antoniozzi interpreterà il ruolo di Don Bartolo, Lorenzo Regazzo vestirà i panni di Don Basilio, Josè Maria Lo Monaco sarà Rosina, Filippo Adami il Conte di Almaviva, Gezim Mishketa darà vita al personaggio di Figaro, Novella Bassano sarà Berta, Alex Martini Fiorello e Yannis Vassilaki un ufficiale.
L’allestimento si caratterizza per l’elegante essenzialità, che fa da cornice a una scena piena di vita, brio e comicità. La regia di Italo Nunziata pone in risalto il perfetto meccanismo teatrale degli inganni che caratterizza tutta l’opera. La scenografia minimalista è firmata da Pasquale Grossi, autore anche dei costumi. Blu sono i fondali e le quinte, in cui si aprono porte e finestre in un vortice di entrate e uscite di scena dei protagonisti che è ben sottolineato dalle raffinate luci di Patrick Latronica.
Il Barbiere di Siviglia, su libretto di Cesare Sterbini tratto dalla commedia omonima di Beaumarchais, rimane uno dei capolavori più amati del repertorio lirico, tanto da essere considerato tutt’oggi la quintessenza dell’opera buffa. E’ oggi tra le opere più rappresentate al mondo. Il titolo originale è Almaviva, o sia l’inutile precauzione. Prima di Rossini, Giovanni Paisiello aveva messo in scena il suo Barbiere di Siviglia nel 1782. La prima rappresentazione ebbe luogo il 20 febbraio 1816 al “Teatro Argentina” a Roma e terminò fra i fischi. A provocarli, secondo i pettegolezzi dell’epoca, sarebbero stati gli impresari di un teatro concorrente. Secondo altri invece la colpa fu di alcuni seguaci di Paisiello e della sua versione dell’opera. Il solo annuncio che Rossini stava preparando una nuova versione del Barbiere di Siviglia aveva suscitato non poche polemiche, anche in considerazione del fatto che all’epoca Paisiello era ancora vivo. Il fiasco della prima fu però riscattato immediatamente dal successo delle repliche e l’opera di Rossini finì presto per oscurare la precedente versione di Paisiello, divenendo ad oggi una delle opere più rappresentate al mondo. Il contralto Geltrude Righetti Giorgi fu la prima Rosina della storia mentre il ruolo di Almaviva fu affidato al grande tenore spagnolo Manuel Garcìa. Prezzi da 15 a 63 euro. Per i giovani entro i 30 anni, sconto del 50% sul prezzo del biglietto intero. Ricordiamo inoltre le formule Lirica in famiglia (biglietto a 5 euro per ragazzi sino a 12 anni accompagnati) e Under 18 (10 euro per chi è entro 18 anni).

Autore: bondeno

redazione bondeno.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: